Lavorare

Crescita professionale, smettere di procrastinare sul lavoro aiuta

Quante volte ci è capitato di trovarci davanti ad un’attività lavorativa che non ci è congeniale o che non siamo invogliati a portare a termine? Si tratta di una situazione molto comune che almeno una volta è accaduta a tutti quelli che sono impegnati nel mondo professionale. Procrastinare spesso non è la soluzione migliore anche perché si finisce solamente per rimandare l’inevitabile visto che prima o poi bisognerà trovarsi a dover affrontare quella particolare situazione. La pigrizia o semplicemente la paura di sbagliare possono essere ostacoli insormontabili per chi svolge attività quotidiane e il dare la precedenza a ciò che ci piace o a ciò che ci è più congeniale non sempre è la panacea di tutti i mali. Nel mondo dei grandi e specialmente in quello lavorativo, non si può scappare in eterno dalle proprie responsabilità e smettere di procrastinare ciò che meno ci piace o ciò che ci riesce peggio rispetto ad altre cose è anche un importante segnale di crescita professionale che ci può porre sotto una diversa luce nei confronti dei colleghi ma sopratutto dei superiori che devono giudicare il nostro operato quotidiano. Rimbocchiamoci dunque le maniche e affrontiamo le sfide lavorative che ci si pongono davanti nel modo migliore, per aggiungere valore alla nostra carriera e sopratutto per cercare di dare un forte segnale a chi ci sta intorno.

lavoro-procrastinare-crescita

Non avere paura di sbagliare

A volte procrastinare un’attività lavorativa può essere anche un gesto dettato dalla paura di sbagliare: ci troviamo magari davanti ad una scelta difficile o ad una mansione che richiede uno sforzo maggiore e che potrebbe comportare una problematica intrinseca. La paura di sbagliare spesso prevale e ci costringe a fare un passo indietro. Cerchiamo invece di non abbatterci e di affrontare la situazione in modo analitico. Per prima cosa, è fondamentale essere consapevoli del fatto che la perfezione non esiste e che quindi bisognerà cercare di svolgere una mansione, un compito o portare a termine un’attività nel miglior modo possibile ma non per forza alla perfezione. A nessuno viene richiesto uno standard così alto ma bisogna cercare di fare del proprio meglio per soddisfare certi criteri. Lavorando in modo serio e con applicazione si riuscirà a portare a termine anche l’attività più difficile, nonostante la volontà di procrastinare che stava per prendere il sopravvento prima di cominciarla.

lavoro-procrastinare-crescita

Evitare l’improduttività

Ricordate sempre che quotidianamente veniamo giudicati anche sotto il profilo della produttività e lasciare indietro certe cose soltanto perché sono poco congeniali potrebbe essere un elementi che giocherà in futuro a nostro sfavore. Bisogna sempre cercare di portare avanti tutte le attività in modo omogeneo, rispettando sempre un criterio di importanza ma senza far sì che questo venga influenzato magari dalla nostra pigrizia o dalla nostra volontà di voler non voler affrontare una determinata cosa. Ponetevi degli obiettivi, agite senza timore e cercare di portare a termine tutte le sfide professionali che ogni giorno vi si pareranno davanti. Con questo spirito potrete dare un impulso importante anche alla vostra crescita professionale.

Leggi anche: Lavoro, come organizzare le proprie attività in modo efficiente