Sport

Conti in tasca a Cristiano Ronaldo: quanto guadagna davvero. Numeri da capogiro

Che Cristiano Ronaldo sia una vera e propria azienda lo si è capito meglio con il suo arrivo in Italia e la maxi operazione della Juventus. Oltre a strabiliare tutti con i suoi numeri in campo (gol e prestazione da giocatore più forte della storia del calcio), a stupire sono anche i suoi numeri sul conto corrente. Dell’impero multimilionario appartenente al fuoriclasse della Juventus abbiamo avuto una prova palese nel corso della conferenza stampa di ottobre alla vigilia di Manchester United-Juventus: al polso sfoggiava un orologio da 15,25 carati impreziosito da 424 diamanti. Valore? Più di due milioni di euro.

Ma questo non è niente: in proporzione è come se lui l’avesse pagato duecento euro. Facendo infatti i conti in tasca all’ex stella del Real Madrid, salta fuori una vera e propria multinazionale che può permettersi una vita da sceicco. Stipendio annuo: 31 milioni, circa 85mila euro al giorno, 3500 euro all’ora, quasi un euro al secondo…

Il vitalizio annuo che gli garantisce la Nike, uno dei suoi principali sponsor, tocca i 24 milioni di euro. Entrate annue dagli altri sponsor (DAZN, Herbalife, Yamamay per citarne alcuni): circa 100 milioni di euro. Ci rendiamo conto? Cristiano Ronaldo possiede un jet privato (Gulfstream) acquistato alla cifra di 31,7 milioni e quando va a Londra lo aspetta la suite più lussuosa dell’Hotel Bulgari: circa 10 mila euro a notte.

La sua automobile preferita è una Bugatti Chiron (prodotta solo in 500 esemplari) dal valore di circa 3 milioni di euro: può toccare i 420 km/h. Possiede anche Ferrari, Rollys Royce, Maserati, Audi e Lamborghini. Quella delle auto di lusso infatti è una sua grande passione. A Madrid aveva due enormi garage solo per contenerle tutte, una collezione insomma.

Le sue griffe preferite sono – oltre ovviamente ai capi Nike – Hermes e Gucci. Possiede inoltre una catena di Hotel che gli fatturano altrettanti soldini e una serie di entrate collaterali relative alla sua immagine. Altri sponsor del portoghese sono la “nostra” Armani, Tag Heuer, PokerStars, Sacoor Brothers e Castrol. Poi ci sono gli investimenti fatti dal calciatore in questi anni.

Oltre a un hotel a cinque stelle “Seven” a Vilamoura nel Portogallo meridionale (altri sarebbero in programma a New York e Madrid), ha fondato anche una linea di abbigliamento intimo “CR7 Underwear” e una di profumi. Si stima che in totale CR7, dunque, possa contare su un patrimonio personale che oscilla tra i 300 e i 350 milioni di euro. Più varie ed eventuali di cui non è dato sapere.

Va detto anche, però, che almeno è sempre in prima linea per beneficenza e iniziative umanitarie, sia private che personali. Ha pagato operazioni chirurgiche specifiche a bambini malati e finanziato diversi progetti in giro per il mondo. Ci mancherebbe! Direbbe qualcuno… Ma non è così scontato, fidatevi! Inoltre, Cr7 è campione di donazioni del sangue e sponsor in prima linea per la sensibilizzazione alla donazione.

 

Ti potrebbe interessare anche: Una Signora nera di rabbia: i guai di Cristiano Ronaldo, il conto (salato) pagato dalla Juventus