Lifestyle

Crowdfunding: Kiunsys startup innovativa ottiene 505mila euro

Kiunsys ottiene uno dei più consistenti round di equity crowdfunding realizzati finora in Italia, raccogliendo oltre 500 mila euro attraverso la piattaforma StarsUp, primo portale autorizzato dalla Consob per la raccolta on line di capitale di rischio da parte di start-up innovative, che raggiunge così 4 startup finanziate per un totale € 1,2 milioni. 

Nata a Campobasso e spin-off dell’Università di Pisa, Kiunsys è una start-up innovativa che progetta e realizza soluzioni per la gestione della mobilità sostenibile, dei parcheggi e della logistica urbana. La società, composta prevalentemente da giovani ed intraprendenti ingegneri,  supporta le città fornendo soluzioni di Smart Mobility per rinnovare e integrare i vari servizi di mobilità e sosta in un’unica e innovativa piattaforma. Della linea di prodotti Kiunsys, INES Cloud è la piattaforma centrale in grado di gestire, oltre al software e all’hardware di altri produttori, i sensori di parcheggio, varchi di mobilità e le varie applicazioni di mobilità e sosta. 

Leggi anche: Cuscino interattivo per bambini autistici, la campagna crowdfunding è attiva

Le tecnologie Kiunsys

Tutti i dati raccolti grazie alle diverse tecnologie aiutano le città ad estendere la propria conoscenza sulla mobilità urbana e ad acquisire informazioni utili per la futura pianificazione. I cittadini, grazie all’applicazione Tap & Park, possono trovare facilmente parcheggio, pagare la sosta tramite sms, per la durata effettiva di utilizzo, essere avvisati della scadenza e, se occorre, estenderla da remoto. In più, sempre col telefono, possono memorizzare la posizione dell’auto ed accedere a numerosi ulteriori servizi.

L’esperienza maturata da Kiunsys e il suo impegno costante nel dare risposte efficaci alle esigenze della Smart Urban Mobility, lo Smart Parking e la City Logistics ha avuto importanti riscontri concretizzati in vari riconoscimenti: dal più recente Premio Smau Smart Communities 2014, alla partnership commerciale europea con Deutsche Telekom AG. Oltre 20 città italiane già utilizzano le tecnologie Kiunsys comprese Napoli, Pisa, Verona e presto Firenze. Attraverso questo importante ed innovativo canale finanziario, la società potrà sviluppare in modo sempre più pervasivo le proprie soluzioni ed immaginare un percorso di crescita davvero interessante, anche a favore del territorio molisano.

Leggi anche: Sturtup di successo: Ulule, piattaforma di crowdfunding cifra record

Il successo di Kiunsys

L’aumento di capitale ha visto l’adesione di 18 investitori, dislocati in nove regioni italiane. I principali sono stati Red Lions SpA, giovane e dinamica società toscana di investimenti in start-up innovative, in qualità di Lead Investor; TT Tecnosistemi SpA, che opera da più di trent’anni nel settore dell’Information Technology; Istituto Banco di Napoli – Fondazione, ente che segue con particolare interesse l’evoluzione del crowdfunding in Italia. 

Non nasconde la propria emozione e la propria soddisfazione Paolo Lanari, CEO di Kiunsys: “Il successo di questo aumento di capitale è per noi un riconoscimento importante del lavoro fatto fin qui, che arriva dopo duro lavoro e sacrifici e ci indica che siamo sulla buona strada. Dopo le conferme che ci giungono ogni giorno da parte dei nostri clienti, ora abbiamo anche la validazione definitiva del nostro progetto imprenditoriale. Abbiamo la certezza che le nostre scelte erano giuste e siamo pronti ad andare avanti”.

Pari soddisfazione si respira anche in ambito accademico, con il professor Giuliano Manara, presidente del corso di studio in Ingegneria delle Telecomunicazioni dell’Università di Pisa e tutor universitario di Kiunsys, nel riconoscere che la società è “una dimostrazione concreta, sul versante del trasferimento tecnologico, della qualità della ricerca che quotidianamente viene svolta dai nostri laboratori nei settori tecnologici più avanzati e dell’alto livello di preparazione dei nostri laureati”.

Da parte sua, il professor Paolo Ferragina, prorettore per la Ricerca Applicata e l’Innovazione dell’Ateneo pisano, sottolinea “l’efficacia dell’azione di trasferimento tecnologico portata avanti dall’Ateneo pisano negli ultimi anni, con la creazione di numerose aziende spin-off che hanno dimostrato di saper essere competitive sul mercato italiano e internazionale. Il risultato ottenuto da Kiunsys conferma, inoltre, il ruolo dell’Università e della città di Pisa come centro di eccellenza nei settori ICT e mobilità sostenibile”.

Leggi anche: Mamacrowd: principale piattaforma di equity crowdfunding italiana per capitale raccolto