Interni

Da manager a Londra a cuoco in mare: Costantino, il romano che salva i migranti

Lavorava in due ristoranti italiani a Londra, Costantino Tenuta. Prima di decidere di lasciare tutto, rimboccarsi le maniche e aiutare il prossimo, salendo a bordo della nave spagnola Open Arms che solca il Mediterraneo alla ricerca di migranti in difficoltà da salvare. Di origini romane, 44 anni, ha raccontato la sua scelta in un’intervista rilasciata a La Repubblica.

La cucina dove lavora Costantino si muove seguendo le onde, rendendo alle volte difficoltose anche le operazioni sulla carta più scontate. Un tempo imprenditore, oggi si batte per aiutare dei perfetti sconosciuti ad avere un futuro più degno: “Quando corri, corri, corri appresso al business poi arriva la vita a insegnarti che gli affari non sono tutto”.
“Sono stato malato seriamente per qualche anno, sono riuscito per fortuna a uscirne meglio di prima – spiga Costantino, spiegando il motivo della sua scelta di vita improvvisa – un passaggio che mi ha segnato tanto e mi ha spinto a riflettere. Ho sentito il bisogno di fare qualcosa per gli altri. La vita, a mio parere, si risolve nelle relazioni umane che hai”.“Ho lasciato da parte la corsa al denaro, al potere. Mi sto dedicando con tanta felicità a cercare di fare del bene. Non avrei mai pensato, anni fa, che sarei finito qui, sulla Open Arms, in mezzo al mare. Ma sono contento, sono più contento di prima”.

L’abbraccio tra il Cremlino e la Lega, parte di un piano per terrorizzare l’Europa