data-driven-agenda

Data Driven Innovation Roma 2018, comincia il più grande summit italiano su dati e innovazione

Comincia questa mattina a Roma il Data Driven Innovation, un open summit dedicato ai dati e all’innovazione. DDI è l’appuntamento annuale in cui data scientist e addetti ai lavori raccontano come la cultura dei dati sta cambiando la nostra società e la nostra economia. Il Data Driven Innovation – Rome 2018 Open Summit è una iniziativa promossa dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli studi Roma Tre e da Maker Faire Rome – The European Edition, con il contributo scientifico della Fondazione “Centro di iniziativa giuridica Piero Calamandrei”. Il Comitato organizzatore è composto da: Paolo Atzeni, Giuseppe Di BattistaPaolo MerialdoRiccardo TorloneVincenzo Zeno-ZencovichLorenzo TagliavantiAlessandro Ranellucci. Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi Roma Tre è sede della ricerca, dell’alta formazione e del trasferimento tecnologico in tutti i settori dell’ingegneria, intesa come insieme delle discipline che contribuiscono al miglioramento della vita civile e allo sviluppo socio-economico, attraverso processi di ideazione, analisi, progettazione e realizzazione, fondati su solide basi tecniche e scientifiche. Di seguito alcune informazioni sul programma di quest’oggi, venerdì 18 maggio, e sugli appuntamenti in agenda per la seconda e ultima giornata del Data Driven Innovation Roma 2018 che si terranno il 19 maggio. Per ulteriori informazioni sull’evento, è possibile visitare il portale ufficiale di Data Driven Innovation Roma.

Data Scientist offerte lavoroIl programma dell’evento

L’evento comincerà alle ore 9.30 di oggi, venerdì 18 maggio, con i saluti di Luca Pietromarchi (Rettore Università Roma Tre), Andrea Benedetto (Direttore Dipartimento Ingegneria Università Roma Tre), Lorenzo Tagliavanti (Presidente Camera di Commercio di Roma). A seguire si terrà la Keynote speech “The two AI: conscious and unconscious” presieduta da Hugues Bersini – Università Libera di Bruxelles. Dopo la pausa caffè inizieranno i lavori paralleli su diverse tematiche che potete approfondire qui. Dalle 13.30 alle 15 si terrà la sessione plenaria “Governare i dati/Governare attraverso i dati” con gli interventi di: Giuseppe Busia (Segr. gen Garante Privacy), Marina D’Amato (Università Roma Tre), Stefano Firpo (Direttore Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le PMI – MISE), Antonio Nicita (Commissario Agcom), Andrea Minuto Rizzo (Agcm), Andrea Stazi (Google) e coordinata da Riccardo Luna. Sabato 19 maggio invece si comincerà subito con i parallel tracks alle ore 9.30, poi a seguire, alle ore 11.30 uno speciale intervento con le Special Guest: “AM I? Artificial Music Intelligence” – AMI vs DANILO REA con: Danilo Rea + Alex Braga + AMI. La chiusura della due giorni è prevista alle ore 12.30.

Maker Faire Rome accanto all’Università

Accanto ai principali organizzatori, vale a dire il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli studi Roma Tre, c’è anche la realtà di Maker Faire Rome, la più grande manifestazione europea dedicata ai maker e all’innovazione. È organizzata da Innova Camera, azienda speciale della Camera di Commercio, ed unisce impresa, scienza, tecnologia, educazione, manifattura, artigianato, cibo ed agricoltura chiamando a raccolta il mondo dei maker e degli innovatori, insieme ad aziende, startup, università e centri di ricerca, rivolgendosi ad un pubblico di addetti ai lavori, famiglie, investitori, studenti e ovviamente di maker. Giunta alla sua VI edizione, Maker Faire Rome 2018 si svolgerà dal 12 al 14 ottobre.

Leggi anche: Lavori del futuro, le professioni più redditizie e più richieste

CONDIVIDI
Gianluca Sepe
Giornalista pubblicista classe 1991. Laureato in Sviluppo e Cooperazione Internazionale, inizia a scrivere per passione per poi trasformarla nel suo lavoro. Con la penna o con la tastiera, è sempre pronto a raccontare il mondo digitale che cambia intorno a noi. Terribilmente malato per lo sport.