People

De Luca annuncia: “Chiudo la Campania”. E attacca governo e regioni del Nord

L’annuncio è arrivato nella sua consueta informativa video su Facebook. E così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si è detto pronto a chiudere la Campania a causa del nuovo, violento aumento di contagi. Il governatore, nel dare la sua comunicazione non ha risparmiato sferzate al governo e alle scelte adottate dalle Regioni del Nord: “Alla fine di agosto verificheremo se chiedere o meno al governo di ripristinare la limitazione della mobilità interregionale. Lo decideremo tra una settimana o 10 giorni e lo faremo con grande determinazione, salvo i casi di motivi di lavoro o di salute. Ci regoleremo anche sui contagi nel resto d’Italia”.

De Luca commenta così il trend di aumento di contagi, sottolineando la responsabilità dell’esecutivo: “C’è stata una scelta sbagliata del governo nazionale: l’apertura totale delle frontiere in entrata e in uscita senza nessun controllo. Per questo motivo la Campania ha adottato un’ordinanza già il 12 agosto, obbligando tamponi o isolamento domiciliare per 14 giorni ai cittadini campani che rientravano dall’estero. Come sempre, abbiamo anticipato decisioni che il governo ha preso dopo”.

Aggiunge De Luca: “Ho assistito con sconcerto al fatto che alcune Regioni del Nord abbiano ritenuto di non rendere obbligatorio per i loro concittadini rientranti dall’estero il tampone o l’isolamento domiciliare. Continuo a guardare con grande preoccupazione queste scelte che a me sembrano poco responsabili. Noi, di fronte a tanti casi di contagio provenienti dall’estero, potevamo fare una scelta opportunistica: far finta di non vedere. E invece abbiamo deciso di guardare in faccia il problema e di contrastarlo, ben sapendo che questo avrebbe fatto aumentare il numero dei contagiati in Campania”.

Conclude De Luca: “Rispetto al governo nazionale – spiega – che ha imposto i tamponi a coloro che rientravano da Malta, Grecia, Spagna, Croazia, noi abbiamo fatto di più: fare controlli su tutti i cittadini che provengono da qualsiasi paese estero, perché abbiamo registrato persone contagiate in Bulgaria, in Romania, in Ucraina, in Egitto, a Santo Domingo, nel Messico. Era assurdo limitare il controllo solo a chi veniva dai 4 paesi indicati dal governo. Questo lavoro continuerà in maniera intensa fino alla fine di agosto”. Per la Campania, dunque, si prevede il primo stop.

 

Ti potrebbe interessare anche: Derubati in viaggio di nozze in Puglia, Conte telefona alla coppia e dona 500 euro