Video

Andiamo a comandare (in Europa): Di Maio e Di Battista in auto verso Bruxelles, l’ultima trovata M5S

In macchina insieme, uno accanto all’altro, in direzione Strasburgo. Un viaggio per conquistare l’Europa, un’avventura on the road sulla falsariga delle tante che hanno animato il grande schermo negli ultimi anni. Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista si sono fatti riprendere così, in marcia verso la sede del Parlamento Europeo, dopo aver annunciato nei giorni scorsi che avrebbero regalato ai sostenitori del Movimento una sorpresa. Niente anticipazioni, per evitare “l’assalto della stampa”.

“Attraverseremo alcuni Paesi europei per far vedere che gli italiani vivono in condizioni svantaggiose rispetto ad altri – spiega Di Maio, mentre paga il pedaggio – vogliamo cambiare questa Europa”. Gli fa eco Alessandro Di Battista, da poco tornato dal suo lungo viaggio in Sud America e già pronto a rifare le valigie: “L’Europa o si mette in testa che si cambiano i trattati o crolla, e se crolla l’Europa non è colpa del M5s. C’è da fare una battaglia sul merito di alcuni trattati: allargare la platea di chi beneficia di diritti economici e sociali e aumentare i fondi per i dissesto”.
Seduto sui sedili posteriori dell’auto si scorge, dal video, anche il presidente della commissione per le Politiche Ue della Camera Sergio Battelli. Obiettivo della “campagna d’Europa” pentastellata è rivedere le regole Ue per riuscire, con la prossima finanziaria, ad “allargare la platea del reddito di cittadinanza” e “arrivare a quota 41, che significherebbe il superamento totale della Fornero”.Sul reddito di cittadinanza Di Maio dice: “Il sito Internet per chiedere il reddito di cittadinanza sarà pronto nel mese di marzo. Da quel momento nel giro di qualche settimana vi diremo se la persona che ha fatto domanda può accedere al reddito oppure no. E se sì, dopo pochi giorni avrete una telefonata del navigator. Non è stato facile ma ci siamo quasi”.

Torino, in 30mila per un altro sì alla Tav. Salvini apre al referendum, Di Maio trema