People

“La mafia aspetta gli aiuti europei”. Articolo vergognoso del giornale tedesco Die Welt

Mentre l’Italia stava elogiando un articolo pubblicato dal quotidiano tedesco Der Spiegel, uno dei più autorevoli a livelli internazionale, in cui si definiva “vergognoso e gretto” il no della Merkel agli Eurobond (e quindi il soccorso all’Italia e agli Stati maggiormente colpiti dalla pandemia), sempre dalla Germania arriva un altro articolo, deprecabile stavolta. Un articolo pubblicado da Die Welt in cui si afferma che la mafia stia aspettando gli aiuti europei. Un insulto all’Italia. “Un’affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze”, ha detto subito a caldo il ministro degli Esteri Di Maio per replicare a questo scempio.

“L’Italia piange oggi le vittime del Coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia. Non è per fare polemica ma non accetto che in questo momento si facciano considerazioni del genere”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato a Uno Mattina, in merito ad un articolo del quotidiano tedesco di stampo conservatore Die Welt, secondo il quale la mafia starebbe aspettando gli aiuti europei”. “Frau Merkel resti ferma”, è questo il titolo dell’articolo comparso sulla versione online, in cui si chiede al governo tedesco di non cedere alle richieste italiane.

Nel testo si scrive tra l’altro che in Italia la mafia stia aspettando i finanziamenti a pioggia dell’Ue. “La solidarietà è una importante categoria dell’Europa” ma “la sovranità nazionale nei confronti degli elettori è centrale”, scrive Welt online. La solidarietà deve essere generosa, ma “senza limiti e controlli?”, si chiede nell’articolo. “Dovrebbe essere chiaro che in Italia – dove la mafia è forte e sta adesso aspettando i nuovi finanziamenti a pioggia di Bruxelles – i fondi dovrebbero essere versati soltanto per il sistema sanitario e non per il sistema sociale e fiscale”.

“E naturalmente gli italiani devono essere controllati da Bruxelles e usare i fondi in modo conforme alle regole”, si aggiunge. “Anche nella crisi del coronavirus i principi fondamentali devono valere ancora”, conclude. Il Die Welt farebbe bene a prendere qualche lezione di dignità dai colleghi del Der Spiegel.

 

Ti potrebbe interessare anche: Il principale quotidiano tedesco contro la Merkel: “Il no agli Eurobond è gretto e vigliacco”