Interni

Draghi minacciato dai No vax: scattano le perquisizioni

Non è la prima volta che le forze dell’ordine sono chiamate ad effettuare perquisizioni o arresti nei confronti dei cosiddetti haters. Da quando è iniziata la pandemia, poi, le minacce social contro gli appartenenti alle istituzioni si sono moltiplicate. I bersagli preferiti dei movimenti No vax o no-green pass sono il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il ministro della Salute Roberto Speranza, l’ex premier Giuseppe Conte e il suo successore Mario Draghi. Non sono mancati nemmeno arresti di persone che progettavano via web la messa in atto di azioni violente. Stavolta sono le minacce a Draghi ad essere costate care al alcuni leoni da tastiera.

Mario Draghi

Dalle prime luci dell’alba di giovedì 30 settembre sono in corso alcune perquisizioni in tutta Italia. Ad effettuarle sono gli agenti della Digos della Questura di Roma e quelli della Polizia Postale. A finire nel mirino delle forze dell’ordine sono quattro persone, residenti in diverse zone del Paese. Perquisite le loro abitazioni e sequestrati i loro supporti informatici. A farli finire nei guai sono state le pesanti minacce rivolte via web a Mario Draghi dopo l’approvazione delle misure anti pandemia e sul green pass adottate dal suo governo.

A coordinare le indagini è la Procura della Capitale. Le persone indagate avrebbero avuto un ruolo di primo piano nella campagna di odio online scatenata contro il presidente del Consiglio. Contro di loro sarebbero stati raccolti numerosi indizi. Intanto, emerge che il contenuto dei profili social già controllati è soprattutto di carattere negazionista del virus e anti vaccinista.

Oltre al premier Draghi, come già accennato, a finire nel mirino dei No vax sono stati negli ultimi anni soprattutto il ministro della Salute Speranza e il capo dello Stato Mattarella. Dalle indagini si viene a conoscere inoltre anche l’esistenza di falsi profili intestati proprio a Draghi. Ma anche diverse pagine web incitano ad offendere e minacciare il premier.

Potrebbe interessarti anche: “I No vax mi minacciano di morte. Ma non ho paura”: il racconto dell’imprenditore