Economia

Eataly conquista Parigi e arriva a Marais, il quartiere più chic della capitale francese

Eataly conquista un altro paese e sbarca a Parigi: con un locale di 4.000 metri quadri di cui 2.500 accessibili al pubblico, il prossimo venerdì 12 aprile alle 12,12 il primo Store francese della catena di eccellenza gastronomica Made in Italy aprirà al 37 di rue Sainte-Croix de la Bretonnerie, nel quartiere più chic il Marais. Una grande sfida che il creatore di Eataly Oscar Farinetti, che ha da sempre coltivato fin dalla sua prima apertura dell’insegna a Torino, nel 2007. Ora a distanza di 12 e dopo i successi ottenuti nei quattro lati del globo, da Torino a New York, da Roma a Tokyo, da Dubai a San Paolo, il tempio della gastronomia italiana di Eataly diventerà una realtà anche nel cuore della capitale francese.

Eataly Paris Marais
Il progetto è stato avviato nel 2013 e vede finalmente la luce in due edifici collegati da una corte che serviva come luogo di pausa per i dipendenti dell’adiacente Bhv. Il nuovo store sorgerà in un complesso architettonico storico del gruppo Galeries Lafayette, che sarà anche franchisee del marchio italiano. Il nuovo locale sarà di ben 4.000 metri quadrati, dei quali 2.500 di superficie di vendita su quattro piani, e 450 posti a sedere all’interno e un centinaio in terrazza. Lo spazio è organizzato come nel classico format di Eataly che ruota tutto intorno a una “piazza centrale”, che nel palazzo parigino è inondata di luce proveniente da una alta vetrata. L’edificio ha subìto importanti interventi di riqualificazione che lo hanno trasformato in uno spazio multifunzionale su tre livelli in cui trovano posto il mercato, la ristorazione e la didattica e in cui lavoreranno circa 300
persone, metà italiane e metà francesi. Eataly Paris Marais sarà aperto 7 giorni su 7 fino alla mezzanotte, da giovedì a domenica fino alle 2 del mattino.
Il vino sarà il prodotto di punta
Il negozio conta sette punti di ristorazione, tra cui un ristorante dedicato alla pasta di Gragnano e un altro alla pizza, un must del Made in Italy. Con un totale di 5mila referenze di vendita tra prosciutti, guanciali, pecorini, pesce, pane, carne, formaggi, mozzarelle, parmigiano, ben 1.200 di queste saranno vini. Così Eataly si guadagna il primato di più grande enoteca di vini italiani a Parigi, con etichette provenienti dai quattro angoli del Belpaese, tra i quali molti in esclusiva come alcune bottiglie introvabili in Francia. Inoltre, vini bio, con l’intenzione di promuovere i vignaioli che ricorrono il meno possibile alla chimica nelle loro cantine. L’enoteca si trova al piano interrato insieme a un bar e a un ristorante più ambizioso.
Dunque nella nuova sede francese di Eataly si potrà gustare un espresso come in una piazza di Napoli presso il suo “Il Caffè” o gustare una dolce prelibatezza tutta italiana a “La Gelateria”, dove si potranno trovare le specialità di Venchi. Il marchio di Oscar Farinetti continua a dimostrare la sua grande capacità di riuscire a portare il meglio delle eccellenze regionali italiane all’Estero sposando le realtà locali di mezzo Mondo, ma restando sempre fedele alla filosofia di Eataly.

 

Ti potrebbe interessare anche: Vino made in Italy nel mondo: record per l’export a quota 6,2 miliardi nel 2018