Interni

Elezioni 2022, Salvini:”Paghiamo scelte, ma è facile stare all’opposizione quando c’è da dare una mano”

Dopo essere stato il primo a tweettare per ringraziare gli elettori, è tornato poco fa davanti ai microfoni il leader della Lega, Matteo Salvini.

“Ci è costato il governo con Speranza, Di Maio e Lamorgese, ma ho scelto di farlo perché l’Italia era in ginocchio per il Covid”, ha esordito.

“Il 9% non è il dato per cui ho lavorato, fino alla settimana scorsa avevamo il doppio dei voti da usare in un governo che ci viveva come comparse fastidiose, ma quando la Lega può fare la Lega non ce n’è per nessuno, e lo dicono i territori che governiamo”. Qui Salvini ricorda l’ingresso in massa per la prima volta di un buon numero di candidati in Sicilia, dove si sono svolte le elezioni regionali, i cui scrutini inizieranno a breve”.

Frecciatina alla Meloni: “Molto più conveniente fare l’opposizione dura per cinque anni invece di provare a dare una mano in una situazione disastrosa”. Dopo prosegue: “Già oggi ci incontreremo con Giorgia per ragionare seriamente su come costruire il prossimo governo”.

Torna su