Interni

Elezioni Comunali, exit poll: centrodestra verso la disfatta

Non si tratta certo di risultati ufficiali. Ma i numeri usciti dai primi exit poll delle elezioni Comunali non fanno certo sorridere il centrodestra. Per quanto riguarda le grandi città, Milano, Bologna e Napoli sembrano già perse al primo turno. Ballottaggi invece a Torino e Roma. Ma nel capoluogo piemontese il candidato di centrosinistra tocca quasi il 50%. Solo nella Capitale si profila un testa a testa.

Elezioni Comunali amare per il centrodestra

Sono le ore 15:00 in punto quando i principali organi di stampa cominciano a pubblicare i primi exit poll delle elezioni Comunali. Ovviamente anche Enrico Mentana, con la sua ormai consueta maratonamentana, inizia a snocciolare i primi numeri. Occhi puntati sulle grandi città. A Milano, come da pronostico, il sindaco uscente, Giuseppe Sala, sembra avviato verso la riconferma al primo turno. I pronostici lo danno tra il 54 e il 58% delle preferenze. Più indietro il candidato di centrodestra, Luca Bernardo, dato al 32-36%.

Se a Milano il centrodestra piange, non ride certo a Roma. Qui la situazione va comunque un po’ meglio. Enrico Michetti, infatti, è dato in testa, se pur di pochissimo, rispetto a Roberto Gualtieri del centrosinistra. Una forchetta del 27-31% per il primo contro il 27-30% del secondo. Più staccati Carlo Calenda e il sindaco uscente Virginia Raggi, entrambi intorno al 18%.

Nelle altre città capoluogo, solo a Torino il centrodestra potrebbe riuscire ad andare al ballottaggio. Il suo candidato, Paolo Damilano, è dato dagli exit poll tra il 36 e il 40%. Davanti a lui il rivale di centrosinistra Stefano Lorusso al 44-48%. Giochi già chiusi, invece, a Bologna e Napoli. In Emilia, Matteo Lepore del centrosinistra viaggia tra il 61 e il 65%. A Napoli, infine, Gaetano Manfredi stacca Catello Maresca 57-61% a 19-23%.

Potrebbe interessarti anche: Milano, Bernardo scaricato dal candidato di centrodestra a Torino: “Meglio Sala”