Interni

Elezioni, M5S: il diktat di Grillo è una bomba. I nomi di chi resta a casa

Consapevole di quello che sarebbe accaduto, Giuseppe Conte aveva tentato una mediazione almeno per i “big” del movimento, ma non c’è stato nulla da fare. In pochissimo tempo, secondo la volontà del garante, Beppe Grillo, bisognerà realizzare le parlamentarie per selezionare i prossimi potenziali deputati a Cinque Stelle.

Beppe Grillo e Giuseppe Conte

Ma chi sono i nomi di chi dovrebbe lasciare la poltrona? Anzitutto i big: dal presidente della Camera, Roberto Fico, alla vice di Conte, Paola Taverna, passando per la ministra uscente delle Politiche giovanili, Fabiana Dadone.

Ecco tutti i nomi che resterebbero a casa secondo questo criterio:

  • Alfonso Bondafede, deputato del M5s, è stato ministro della Giustizia nei governi Conte I e II;
  • Vito Crimi, ex capo politico ad interim del Movimento;
  • Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento dal 2019;
  • Danilo Toninelli, ex ministro delle infrastrutture e dei trasporti nel Governo Conte I.
  • Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento dal 2018;
  • Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari costituzionali;
  • Nunzia Catalfo, ex ministra del Lavoro e prima firmataria del disegno di legge sul salario minimo;
  • Claudio Cominardi, tesoriere del partito;
  • Gianni Pietro Girotto, senatore;
  • Giulia Grillo, ex ministra della Salute nel governo Conte I.
Torna su