People

Elon Musk ancora CEO di Tesla: le novità dal meeting annuale degli investitori

Elon Musk si conferma CEO di Tesla: è una delle notizie principali emerse durante il meeting annuale degli investitori dell’azienda. Nonostante la questione sollevata nel corso delle settimane passate, sembra che l’imprenditore rivoluzionario abbia convinto gli azionisti di essere ancora lui la migliore guida per l’innovativa casa automobilistica americana che ha fatto dell’elettrico il suo marchio di fabbrica. L’assemblea annuale, però, è stata anche la sede perfetta per rivelare alcune delle novità in programma per i prossimi mesi… Vediamo allora nel dettaglio con cosa ci stupirà Elon Musk…

Elon Musk confermato CEO di Tesla: gli azionisti continuano a credere in lui

Si è tenuta nella giornata di ieri l’assemblea annuale degli investitori di Tesla: notizia più importante è quella della conferma di Elon Musk come CEO. L’imprenditore visionario di SpaceX continuerà quindi a guidare la produzione di veicoli elettrici (e non solo) firmati Tesla: tra le conferme, però, anche quelle di Kimbal Musk, Antonio Gracias e James Murdoch come board member. Oltre a confermare Elon Musk a guida dell’azienda, però, la riunione annuale dei finanziatori ha portato alla luce anche importanti novità, che vedremo già a partire dai prossimi mesi.

elon musk tesla

  • Model 3 – La berlina elettrica da 35mila dollari lanciata lo scorso anno sarà prodotta, già a partire dalla fine di questo mese, con un ritmo di 3500 esemplari a settimana, così da riprendere i ritmi annunciati nella roadmap iniziale ma poco rispettati durante questi ultimi mesi;
  • Tesla Supercharger – I “super distributori” elettrici di Tesla, stando a quanto annunciato da Elon Musk, saliranno ben presto a quota 10mila in tutto il mondo. Non solo: entro la fine dell’anno, la casa automobilistica potrebbe lanciare anche la terza generazione dei Supercharger.
  • Tesla Autopilot – Una delle peculiarità dei veicoli Tesla è sicuramente l’Autopilot, un sistema di guida intelligente ed autonoma che permette un migliore comfort di guida al conducente e altresì dovrebbe migliorare le condizioni di sicurezza. Nonostante le polemiche emerse negli ultimi mesi sull’utilizzo di queste tecnologie, comunque, l’azienda sembra essere pronta a lanciare una versione di prova, dedicata a tutti i clienti che ancora non hanno utilizzato a pieno le potenzialità della loro vettura Tesla. In questo modo, l’azienda automobilistica sembra piuttosto sicura di garantire un prodotto d’eccellenza, nonostante il tema del pilota automatico sia stato più volte sotto il mirino di media e utilizzatori.
  • Tesla Semi e Roadster – Novità anche per Tesla Semi e Roadster: il primo è stato aggiornato in alcune delle sue parti tanto da diventare un veicolo professionale adatto ad ogni luogo del pianeta mentre la seconda, la Tesla Roadster, è stata mostrata agli investitori in un’inedita versione bianca. Per quest’ultima è stato annunciato anche un pacchetto dal nome “SpaceX option” ma, almeno per ora, non è dato ancora sapere di cosa si tratti.

Tesla: nuova sede fuori dagli Stati Uniti

Tra conferme e aggiornamenti per i prodotti già conosciuti, Elon Musk ha annunciato anche di essere pronto per aprire la prima sede al di fuori degli Stati Uniti. La location per questo grande traguardo sarà probabilmente Shangai, in Cina: come tutte le future fabbriche Tesla, anche quella cinese vedrà in un unico luogo la produzione di batterie, powertrain e l’assemblaggio dei veicoli.

elon musk tesla

Non è da escludere, infine, che entro la fine dell’anno Elon Musk possa annunciare anche l’apertura di una Gigafactory in Europa: questo, di conseguenza, potrebbe essere anche il segnale dell’arrivo della Model 3 oltre oceano. Infine, l’assemblea degli azionisti Tesla ha anticipato quale potrebbe essere la data d’uscita della Model Y: si parla di una possibile presentazione a marzo del 2019.

In copertina, By JD Lasica from Pleasanton, CA, US (Elon Musk) [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons