Social

Emanuele, 22 anni, in cammino per pulire l’Italia: è già un eroe dei social

Emanuele Gigante, 22 anni, ha deciso di trasformare le sue passeggiate sui colli intorno a Cassano Spinola, in Piemonte, in un momento per ripulire le strade dai rifiuti abbandonati. Da qualche tempo cammina e pulisce, pulisce e cammina. E l’idea si è trasformata in un progetto che sta raccogliendo numerose adesioni: si chiama Dirty Walk, e invita le persone a “fare delle passeggiate tranquillamente e intanto raccogliere i rifiuti”.

Emanuele è intervenuto in diretta domenica 17 marzo a Megajay con Francesco Quarna, dove ha raccontato come la sua idea di unire l’utile della pulizia al dilettevole di una passeggiata si sia evoluta nell’iniziativa Dirty Walk, che oggi dà nome anche a una sfida social: la Dirty Walk Challenge.

Così come #Trashtag, la sfida che invita le persone a ripulire un’area per poi postare il confronto “prima e dopo” sui social, anche la Dirty Walk Challenge cerca di coinvolgere e sensibilizzare tutti nei confronti dell’ambiente che ci circonda. Per partecipare e supportare l’iniziativa di Emanuele, potete seguire Dirty Walk su Facebook e Instagram.

Ripulire le strade dai troppi rifiuti abbandonati, partendo da casa. È questo l’obiettivo di Emanuele Gigante. “Mi piace andare a camminare per le strade che collegano Cassano ai centri vicini, come Gavazzana e Sant’Agata Fossili – spiega Emanuele, studente di Scienze geologiche a Pavia – Quando vai a piedi, ti accorgi della quantità di rifiuti che si trovano appena fuori dal nastro d’asfalto, uno spettacolo indecente. Per questo ho iniziato a raccoglierli”.

Bottigliette di plastica e di vetro, sacchetti di immondizia, cartacce: “Ai bordi delle strade si trova di tutto. La mia speranza è che altre persone seguano il nostro esempio. Intanto abbiamo già lanciato l’hashtag #dirtywalkchallenge grazie al quale chi lo desidera potrà condividere sui social network le proprie passeggiate ‘spazza rifiuti'”.

“Dalle strade poi ci sposteremo anche al greto del fiume Scrivia”. L’entusiasmo, l’idea e la voglia di Emanuele sono un richiamo per tutti, un esempio che va certamente seguito. E allora forza con questa sfida!

 

Ti potrebbe interessare anche: Clima, chi sono gli odiatori di Greta Thunberg e di cosa la accusano