Energia rinnovabile prodotta dalle nostre azioni quotidiane

98.0 K

Ogni giorno ognuno di noi effettua tantissime operazioni che richiedono l’impiego di molte energie. Alcune di queste azioni generano energia che viene semplicemente dissipata. Oggi vogliamo presentarvi alcune semplici idee che hanno l’intento di recuperarla per poi sfruttarla nella produzione di energia elettrica pulita.

Trasformare la corsa in energia luminosa

Energia-Million-Mile-Light-Runner

Molte persone amano fare running durante le ore notturne: per questo sono stati progettati diversi oggetti in grado di illuminare la strada tramite LED alimentati da batterie. Il progetto Million Mile Light, invece, ha lo scopo di produrre delle clip contenenti LED alimentati tramite l’energia generata dalla corsa.

Queste clip, applicate alla vita del corridore e puntate verso la strada, sono alimentate dai movimenti del runner e sono così in grado d’illuminare la strada.

Discoteca illuminata dall’energia del ballo

Energia-Energy-Floor-Dance-ed

L’idea è quella di un pavimento che riesce a sfruttare l’energia cinetica generata dalle persone che ci ballano sopra. Il progetto è stata realizzato dalla Energy Floors che ha messo a punto un pavimento trasparente, con sotto dei led RGB che illuminano l’intera sala, alimentato solamente dall’energia generata dalle persone che ballano sopra di esso. L’energia del movimento viene trasferita ad un piccolo generatore: ogni 30 pollici di pavimento possono produrre circa 35 watt.

Sfruttare l’energia della pedalata in bicicletta

Energia-bambootec-bike

Durante l’utilizzo della bicicletta generiamo una buona quantità di energia pedalando, per questo in Messico la Bambootec ha creato una bici ad impatto ambientale quasi nullo che riesce a riciclare l’energia generata pedalando per poterla utilizzare nella ricarica dei nostri device.

La bicicletta è ad impatto ambientale quasi nullo perché è quasi interamente realizzata in bamboo, inoltre è dotata di un sistema che produce energia quando si pedala; questa può essere usata non solo per ricaricare i nostri dispositivi ma anche per alimentare un piccolo pannello di controllo che salva diversi dati (distanza, velocità ecc…).

Sfruttare l’energia che generiamo camminado

Energia-InStep+NanoPower+shoes

Semplicemente camminando noi generiamo energia che va solitamente sprecata, per questo dei ricercatori dell’University of Wisconsin-Madison hanno pensato di convertirla, tramite delle apposite scarpe, in maniera da riutilizzarla. Queste calzature riescono a generare circa 20 Watt semplicemente sfruttando i nostri passi.  La promessa è quella di creare una start-up InStep NanoPower che produrrà diversi modelli di queste scarpe che permetteranno a chi cammina molto di avere una fonte di energia per ricaricare i propri device, possibilità che potrebbe tornare molto utile a turisti, studenti o persone che durante il giorno percorrono notevoli distanze a piedi.

Energia-Pavegen-kinetic-walkway

Un’idea simile, legata al camminare, è stata attuata a Johannesburg in un centro commerciale dalla Pavegen. Questa soluzione risulta analoga a quella vista per la discoteca, consiste, però, nello sfruttamento del via vai delle persone all’interno del centro commerciale.

Tutte queste ricerche puntano a trovare una soluzione pulita al problema dell’approvvigionamento di risorse per la generazione dell’energia elettrica che sta diventando sempre più problematico. Le soluzioni proposte non sono ancora abbastanza mature per essere sfruttate al meglio; se l’obiettivo è andare oltre la ricarica di piccoli device, è necessario continuare a ricercare per ottimizzare l’uso dell’energia.

CONDIVIDI
Marco Brachetti
Classe 1983, laureato in economia, ha iniziato il suo percorso giornalistico fin dall’adolescenza. Con una spiccata passione per la tecnologia e l’innovazione, ha collaborato con diverse riviste di settore. Adora i viaggi e le barche.