People

“Fa più morti il lockdown o il coronavirus?”. Facchinetti si scaglia contro il governo

Francesco Facchinetti ha forse capito che l’onda mediatica ora passa dal commento dell’attualità politica. E dunque è diverso tempo che attraverso i suoi canali social diffonde le sue idee e i suoi pensieri, dal coronavirus alle armi in casa da poter utilizzare in caso di rapina. L’ultima puntata delle sue riflessioni riguarda il tema del possibile nuovo lockdown in caso di ulteriore aumento di contagi, come registrato nelle ultime ore. E dunque la domanda che si è posto Facchinetti è questa: peggio essere contagiati dal Coronavirus o restare chiusi in casa, con tutto ciò che ne consegue, a livello economico e non solo?

Suona infatti più o meno così la domanda che ha posto a mezzo social Francesco Facchinetti, provocando una lunga scia di polemiche e andando dunque dritto dritto all’attacco del governo Conte: “Tanti parlano – dice Facchinetti nel video – ma nessuno fa la domanda giusta: ‘Fa più vittime il coronavirus o il lockdown?’ Non bisognerebbe scegliere tra queste due cose, non si può giocare con la vita delle persone. Ma se lo Stato non aiuta i bisognosi, purtroppo, chi tra di loro non muore per il virus rimarrà presto senza soldi”.

Quando il governo Conte ha deciso di riaprire, continua Facchinetti, “qualcuno evidentemente avrà pensato meglio che qualcuno muoia di coronavirus piuttosto che lasciare che gli italiani restino senza soldi. Giocare con la vita delle persone non è il massimo, la soluzione ce la deve dare lo Stato, molto veloce e arguto nel recuperare subito i soldi che il contribuente gli deve ma in questo caso dev’essere ancora più veloce”.

“Se non lo fanno oggi, lo faranno a gennaio – conclude -, a dicembre milioni di persone resteranno senza lavoro. Lo Stato deve intervenire”. Poi Facchinetti ha pubblicato un tweet al vetriolo che è stato rimosso in un secondo momento: “Ad oggi le perdite della mia azienda causa Covid ammontano a 6 milioni di euro! Persone messe in cassa integrazione? Zero. Liberi professionisti licenziati? Zero. Chi ha le economie deve aiutare gli altri. Se vedo un altro ricco piangere, vado a casa sua a menarlo! Siete ridicoli”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Derubati in viaggio di nozze in Puglia, Conte telefona alla coppia e dona 500 euro