Lifestyle

Facebook riconoscimento facciale: cosa significa per te

Facebook sta pianificando di reintrodurre la sua funzione di riconoscimento facciale in Europa e in Canada. Ciò significa che Facebook potrebbe presto etichettarti automaticamente in foto e video, prima ancora che un amico ti tagghi. La funzione era già stata introdotta e poi subito disattivata nel 2012 a causa di problemi normativi. Ora invece Facebook in occasione del recepimento del nuovo GDPR europeo ripropone questa opzione agli utenti, per il momento in modo facoltativo. Ma sulla scia dello scandalo di Cambridge Analytica che ha fatto trapelare i dati di 87 milioni di utenti di Facebook, questa funzione dovrebbe preoccupare gli utenti? Ecco sette domande che siamo sicuri ti stai facendo anche tu in questo momento.

facebook riconoscimento facciale
In che modo Facebook riconosce la mia faccia?

Facebook crea un modello analizzando le immagini esistenti, compresa la foto del profilo e le immagini contrassegnate. Se le immagini vengono successivamente caricate, vengono controllate le somiglianze con le immagini conosciute e le persone identificate vengono automaticamente etichettate.

Quali sono i vantaggi?

Oltre a semplificare il tagging degli amici nelle foto, Facebook afferma che sta aggiungendo la nuova funzione per motivi di sicurezza. Secondo la società, il riconoscimento renderà più facile agli utenti la gestione delle proprie immagini pubblicate (da altri, soprattutto). Dovresti sempre ricevere una notifica quando Facebook riconosce una tua immagine Questo dovrebbe anche rendere più difficile per i truffatori impersonare altre persone.

Devo scegliere per forza?

No, Facebook dice che l’uso del riconoscimento facciale è volontario. Non ci sarà un modello facciale per coloro che non abilitano la funzione. In termini pratici, ciò significa che non sarai automaticamente identificato se decidi di rinunciare. Se vivi in ​​Canada o in Europa, Facebook ti darà la possibilità di decidere se abilitare o meno il riconoscimento facciale nei prossimi giorni e settimane. Potrai anche disattivare la funzione nelle impostazioni in “Timeline e Tagging” in una fase successiva, il che significa che i modelli del tuo viso verranno quindi eliminati. Per gli utenti minorenni il riconoscimento facciale deve rimanere spento.

Sono l’unico preoccupato che Facebook raccolga dati sul mio viso?

Facebook ha inizialmente introdotto il riconoscimento facciale nel 2011, ma lo ha disattivato e cancellato i dati nel 2012, dopo proteste di massa in Europa. I gruppi di tutela dei consumatori criticano la mossa per diversi motivi: dal loro punto di vista, non è chiaro cosa succederà con i dati biometrici oltre lo scopo dichiarato. Facebook ha recentemente affermato che questi dati non sono condivisi con altre società, ma anche che questa condizione potrebbe cambiare in futuro. In pratica, l’affermazione relativa agli aspetti di sicurezza della funzione di riconoscimento facciale è discutibile.

Quando ricevo la notifica del riconoscimento facciale?

Riceverai una notifica solo se sarai riconosciuto in foto condivise pubblicamente. Se qualcuno condivide le immagini all’interno di gruppi di utenti chiusi, non ne avrai notizia. Inoltre, non è chiaro in che modo Facebook gestirà i casi di utenti identificati erroneamente, ad esempio con persone di aspetto simile. Il riconoscimento facciale è già in uso in molte altre parti del mondo e l’impatto non è stato solo positivo. A metà aprile 2018, un giudice federale degli Stati Uniti a San Francisco ha stabilito che Facebook deve affrontare un’azione legale collettiva contro gli utenti che protestano contro l’uso del riconoscimento facciale. Dicono che la funzione stia violando i loro diritti.

Quando verrà rilanciato in Europa?

Facebook sta informando in questi giorni gli utenti europei sia delle nuove opzioni sulla privacy che dell’introduzione del riconoscimento facciale. Tutti gli utenti dovranno dare (o meno) il loro consenso entro il 25 maggio 2018.
Leggi anche: Facebook: aggiornamento condizioni e privacy entro il 25 maggio 2018