Interni

“Torni a vendere bibite allo stadio?”. Feltri, attacco durissimo a Di Maio dopo il crollo 5S

Un’analisi spietata quella fatta da Vittorio Feltri sul voto in Sardegna e in particolar modo sulle disgrazie di un Movimento Cinque Stelle sceso sotto la soglia del 20% e sempre più in crisi. Sulle pagine di Libero Quotidiano, ecco così arrivare un attacco violentissimo rivolto in particolar modo al leader pentastellato: “Gigino Di Maio a volte fa ridere e altre volte fa pena. Si accinge a perdere le elezioni in Sardegna dopo aver detto che con la sua politica avrebbe sconfitto la povertà”.“Adesso in vista della disfatta mette il piede sul freno dell’ ottimismo e afferma che il reddito di cittadinanza non sarà una panacea e che, contrariamente a quanto aveva annunciato un paio di mesi orsono, non si registrerà quest’ anno un boom economico. Ovvio. Probabilmente egli per boom economico intendeva un petardo a buon mercato. A Napoli si trova”.
“Insomma, il ragazzino bulletto di Pomigliano d’Arco sente puzzo di bruciato e corregge il tiro. Sa che il consenso degli italiani per il Movimento 5 Stelle sta scemando paurosamente e cerca di metterci una pezza. Che non servirà – prosegue Feltri nel suo attacco – Perché le scelte grilline, le sue, non si sono rivelate soluzioni bensì complicazioni. Gli indirizzi economici del governo sono sbagliati, non portano al superamento della crisi ma al suo aggravamento”.Secondo Feltri “I pentastellati lo vorranno scaricare sostituendolo con un altro modesto condottiero. Gigino è destinato a eclissarsi, forse rimarrà inchiodato a una poltroncina del partito, però non sarà più un protagonista.  Caro Di Maio, non ti agitare, il tuo ciclo è sul punto di concludersi miseramente. Mettiti a cuccia e smettila di concionare. Il San Paolo ti attende sugli spalti. Bibite? Bibite? Grillo si è scocciato di te e delle tue sparate da apprendista stregone, e minaccia di abbandonare la guida politica. Ha intuito pure lui che le stelle si stanno spegnendo. Ci rivediamo a Canossa”.

Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Non vale per chi ha cambiato residenza negli ultimi 3 mesi”