Lifestyle

Figuraccia al Ces 2018: i robot non funzionano e deludono i potenziali clienti

Il Ces 2018, la più grande convention tecnologica del mondo, è stato uno spettacolo senza precedenti, eppure è riuscita in parte a deludere le aspettative. Il settore dei robot, infatti, ha attirato l’attenzione di milioni di curiosi, non per l’efficienza, ma per l’incompetenza!

Cosa è successo?

Chi ha visitato la fiera tecnologica più grande del mondo ha visto robot pieghevoli che non riuscivano a piegare il bucato, robot aiutanti che si rifiutavano di aiutare, robot camerieri che non servivano e numerosi altri esperimenti di A.I. che non riuscivano a compiere il loro dovere.

A quanto pare, la strada da percorrere per raggiungere dinamismo e produttività è ancora lunga e piena di ostacoli!

robotLeggi anche: Dalla Svizzera un robot tutto da mangiare!

Ne è un esempio la figuraccia fatta dall’esperimento della nota casa LG, che ha prodotto un robot capace di eseguire ordini tramite comando vocale.

Il problema è che durante la performance, guidata dal vice presidente del marketing statunitense David VanderWaal, il robot in questione non sia riuscito a portare a termine neanche una mansione.

Per non parlare di FoldiMate. Il robot è stato presentato come una rivoluzione in campo domestico: già prenotato per il 2019 da numerosi clienti, il prodigio per piegare il bucato si è inceppato, non riuscendo a concludere il proprio lavoro.

E poi Buddy, presentato come l’A.I. che può “fare tutto ciò che il tuo dispositivo Amazon Echo farebbe”. Che in realtà non ha portato a termine neanche un’azione programmata!

Leggi anche: I robot tra alberghi e ristoranti: il progresso che avanza senza ostacoli

Insomma, stando ad un’analisi generale delle performance tenute dai robot al Ces 2018, possiamo affermare che questo settore ha deluso su tutta la linea! Perfino il Sony Aibo, cagnolino robot da 2mila dollari di costo, ha mancato durante la sua dimostrazione.

Praticamente tutte le promesse fatte prima del grande evento, dai progressi che i robot avrebbero portata alla connettività , fino alla semplificazione della propria routine quotidiana, i robot del CES hanno fallito ripetutamente. Non solo hanno svolto solo a metà le azioni che dicevano di saper effettuare, ma lo hanno fatto anche male.

Il CES si presenta come la vetrina nella quale la tecnologia di qualità viene presentata per  cambiare la nostra vita. Ma per quanto riguarda la robotica, è necessario fare ulteriori passi avanti se inoltre pensiamo a quanto risulta costosa, ovvero ai cospicui investimenti se vengono sborsati ogni anno.