Cultura

Craxi spacca di nuovo in due l’Italia: il film sulla sua vita fa già discutere. Ecco “Hammamet”

Un personaggio contraddittorio. Un politico che ha segnato la storia contemporanea d’Italia. Ed ora, come fu per Andreotti, ecco un film che lo racconta. O almeno prova a farlo? Sarà Pierfrancesco Favino a interpretare Bettino Craxi nel film “Hammamet”. Il film è di Gianni Amelio e arriva nelle sale il 9 gennaio. Basato su testimonianze reali, il film non vuole essere una cronaca fedele né un pamphlet militante. L’immaginazione può tradire i fatti “realmente accaduti” ma non la verità. La narrazione ha l’andamento di un thriller, si sviluppa su tre caratteri principali: il re caduto, la figlia che lotta per lui, e un terzo personaggio, un ragazzo misterioso, che si introduce nel loro mondo e cerca di scardinarlo dall’interno.

“Sono passati vent’anni dalla morte di uno dei leader più discussi del Novecento italiano, e il suo nome, che una volta riempiva le cronache, è chiuso oggi in un silenzio assordante. Fa paura, scava dentro memorie oscure, viene rimosso senza appello” scrive il regista. Oltre a Favino che interpreta Craxi, nel cast ci sono Livia Rossi, Luca Filippi, Renato Carpentieri, Claudia Gerini, Silvia Cohen, Omero Antonutti, Giuseppe Cederna e Roberto De Francesco. Il film è a cura di 01Distribution.

“Hammamet” si preannuncia un grande film in cui la regia di Amelio (che nel 1991 fu nominato all’Oscar per Porte aperte) sembra toccare picchi altissimi, soprattutto per quanto riguarda il tratteggiamento dello sfondo politico imperante in quegli anni. Il video si apre con un movimento di macchina che accarezza il protagonista (Craxi) interpretato da Favino, seduto ad un tavolo e inquadrato di spalle, e finisce per mostrare un punto di vista distanziato, come a voler evidenziare la complessità della sua figura.

L’attore sparisce letteralmente dietro il personaggio e tutti intorno a lui finiscono per sembrare in sintonia con la sua performance. Per Favino, si tratta della seconda volta in due anni alle prese con un personaggio realmente esistito: lo abbiamo infatti recentemente visto impersonare il pentito Tommaso Buscetta ne Il traditore di Marco Bellocchio, film presentato in concorso allo scorso Festival di Cannes e uscito nelle sale italiane a maggio 2019.

 

Ti potrebbe interessare anche: Mafia, Di Matteo: “Berlusconi continuò a pagare Cosa Nostra anche da Presidente del Consiglio”