Social

Finalista di Miss Mondo insultata sui social perché lesbica: “Codardi”

Lei si chiama Erika Mattina. Ha 24 anni ed è tra le 25 finaliste di Miss Mondo Italia. Negli ultimi tempi Erika è divenuta oggetto di innumerevoli insulti e minacce omofobe sui social network. La sua unica colpa? Quella di essere lesbica e di avere una relazione da cinque anni con un’altra ragazza, Martina Tammaro. Entrambe sono attiviste per i diritti delle persone lgbtq. La giovane si sfoga con il Corriere della Sera durante una lunga intervista.

Dice di stare bene Erika Mattina. Anzi, “un po’ meglio” rispetto alle prime ore in cui è partita la bufera social nei suoi confronti. “Quando arriva l’ondata è sempre difficile. – ammette la concorrente di Miss Mondo – ti agiti e ci rimani male anche se sei abituata”. Abituata a cosa? Le domanda la giornalista. “A insulti di ogni genere. Ogni giorno. A messaggi che hanno più parolacce che spazi. A cattiverie, a minacce di morte”, si sfoga Erika.

La ragazza elenca anche alcune delle offese e delle minacce ricevute. Frasi del tipo “Se vi becco per strada vi ammazzo” e “Prego per farvi morire”. La tempesta di questi giorni, però, la concorrente di Miss Mondo non se la aspettava proprio perché, spiega, “in questo momento non sto facendo la lesbica attivista”. Si sta dedicando solo al concorso di bellezza e, per questo, le reazioni contro di lei, le fanno ancora più male.

Ma, aggiunge battagliera, “ci provano a rovinarmi la festa. Ma non ci riusciranno”. Però, aggiunge sconsolata, “che fatica avere a che fare di continuo con gente frustrata che usa i social per sfogarsi”. “Sei passata (a Miss Mondo) perché lesbica”, questa l’accusa assurda che le viene rivolta. “Gli odiatori ci tartassano da mattina a sera. Non so più quante volte siamo andate alla polizia. Abbiamo denunciato una settantina di profili”, aggiunge. Anche se le forze dell’ordine sono riuscite a dare un volto e un nome solo a due persone. Gli haters, conclude, “sono dei codardi”.

Potrebbe interessarti anche: Difendersi sui social: 5 mosse per una permanenza serena sul web, alla faccia degli haters.