Esteri

Finlandia e Svezia nella Nato, Erdogan blocca tutto: “Non diremo sì”

Sembrava fatta per l’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato. Dopo una rapida discussione politica interna, i due Paesi scandinavi stanno per presentare la loro domanda di adesione all’Alleanza atlantica. Ma a mettere i bastoni tra le ruote a Stoccolma e Helsinki ci pensa Recep Tayyip Erdogan. Durante una conferenza stampa il presidente turco fa sapere che il suo Paese “non cederà” sull’adesione alla Nato di Svezia e Finlandia. Secondo lui, infatti, queste due nazioni sarebbero colpevoli di offrire riparo ai curdi del Pkk che Erdogan considera “terroristi”.

Il presidente turco Erdogan

“Non diremo sì all’ingresso nella Nato di coloro che impongono sanzioni alla Turchia”, afferma Erdogan, riferendosi a Svezia e Finlandia “Entrambi i Paesi non hanno un atteggiamento chiaro e inequivocabile nei confronti delle organizzazioni terroristiche. Le delegazioni di Helsinki e Stoccolma non devono stancarsi per venire in Turchia lunedì a persuaderci”, aggiunge minaccioso il presidente turco.

“Come possiamo dare loro fiducia?”, ribadisce Erdogan facendo riferimento al fatto che sia Svezia che Finlandia danno da anni ospitalità a decine di militanti curdi del Pkk, considerata un’organizzazione terroristica da Ankara. Il presidente turco se la prende in particolare con Stoccolma che a suo dire sarebbe “un vivaio di organizzazioni terroristiche”. Insomma, conclude Erdogan, “noi non cederemo sull’adesione alla Nato di coloro che applicano sanzioni contro la Turchia”.

Russian President Vladimir Putin, center right, and Turkish President Recep Tayyip Erdogan, center left, arrive for a news conference after their talks in the Kremlin, in Moscow, Russia, Thursday, March 5, 2020. (AP Photo/Pavel Golovkin, Pool)

“Siamo fiduciosi che Svezia e Finlandia contribuiranno all’unità, la solidarietà, la coesione e la forza dell’Alleanza e dell’intera area Transatlantica, in un momento in cui il quadro della sicurezza è sempre più complesso”, fanno intanto sapere con una dichiarazione congiunta i ministri degli Esteri di Estonia, Lettonia e Lituania che definiscono “storica” la decisione dei due Paesi scandinavi di entrare nella Nato. E anche il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg, ha accolto con favore la richiesta.

Potrebbe interessarti anche: Finlandia e Svezia nella Nato, Russia: “Conseguenze di vasta portata”

Torna su