People

Fintech Italia: BorsadelCredito e gli startupper del P2P lending

BorsadelCredito è stata la prima startup innovativa a proporre un marketplace per il P2P lending dedicato alle PMI. L’idea alla base dei fondatori dell’azienda è quella di innovare un settore da sempre legato alle banche: ne è nata così una piattaforma che, in pochi anni, è andata a posizionarsi tra i maggiori protagonisti del Fintech in Italia.

BorsadelCredito: gli startupper del P2P lending

Ma come funziona e cosa offre BorsadelCredito? Come anticipato, l’azienda – nata nel 2013 – offre un marketplace di P2P lending che mette in contatto diretto imprese e risparmiatori intenzionati a diventare anche investitori. Le aziende alla ricerca di investimento possono quindi sottoporre la propria candidatura alla piattaforma che, entro 24 ore, verificherà l’idoneità a ricevere l’erogazione del credito. I risparmiatori che vogliono invece diventare anche investitori possono, in pochi passaggi, aprire gratuitamente un conto di pagamento tramite il quale presteranno il loro capitale alle aziende che otterranno una valutazione positiva. Il punto di forza di BorsadelCredito è l’estrema diversificazione del proprio investimento in imprese di diverso rischio (attentamente valutato dalla piattaforma) nonché il fondo di garanzia attivato per ogni prestito: entrambe queste caratteristiche garantiscono dal rischio di perdite attese. Gli investimenti non sono mai vincolati e si può ritirare la liquidità in ogni momento.
fintech-italia-borsadelcreditoCome anticipato, BorsadelCredito nasce nel 2013 come startup fintech e piattaforma digitale di brokeraggio per il credito alle aziende. Nel settembre 2015, invece, l’azienda ha aperto il canale del P2P lending divenendo così il primo operatore per le aziende in Italia, in qualità di Istituto di pagamento autorizzato da Banca d’Italia: nel dicembre dello stesso anno, a poco più di due anni dalla sua fondazione, ha ricevuto invece un finanziamento da 1 milione di euro dal fondo di venture capital P101. È proprio in quest’occasione che Ivan Pellegrini, Group CEO di BorsadelCredito.it, ha dichiarato “Il 2016 sarà un anno di crescita importante per tutto il settore del Fintech e per le piattaforme di P2P lending in particolare. Oggi quindi è sempre più necessario investire prontamente in nuovi strumenti che sfruttino al massimo le tecnologie digitali, per offrire servizi di accesso al credito moderni e veloci dando uno strumento concreto e alternativo per i risparmiatori italiani”. Antonio Lafiosca, Group COO di Borsadelcredito.it, affermava invece “P101 rappresenta per noi il partner ideale che ci accompagnerà nel nostro percorso di crescita. Grazie a questo importante finanziamento, cercheremo così di cavalcare a pieno la buona onda, consolidando prima e accrescendo ulteriormente poi il nostro posizionamento nel mercato italiano”.

La partnership con Italmondo per le PMI del trasporto

Dal 2013 ad oggi, BorsadelCredito è diventato una delle principali realtà del Fintech in Italia. È notizia di pochi giorni fa, inoltre, quella de partnership stretta con Italmondo, leader della logistica in Italia. L’obiettivo dell’intesa è finanziare i cosiddetti “padroncini”, piccoli trasportatori che si occupano delle consegne nell’ultimo miglio per conto del vettore milanese.


“Con questa partnership il marketplace lending entra fisicamente all’interno di un settore molto articolato e in continua espansione. Si tratta della prima volta in Italia che un comparto industriale tradizionale ha un accesso così capillare al credito finanziario erogato via Internet. Il nostro modello non è perseguibile dalle banche, che non hanno la flessibilità – operativa e tecnologica – necessaria per strutturalo, ma è sicuramente replicabile da noi su filiere di diverse industrie. Obiettivo che in effetti ci poniamo” – ha affermato Ivan Pellegrini, fondatore di BorsadelCredito.it.
Leggi anche: “Fintech in Italia: gli startupper italiani della tecnofinanza”