Social

Fiorella Mannoia sbotta contro la Palombelli: “Mi sono rotta di queste frasi”

Anche Fiorella Mannoia si schiera contro Barbara Palombelli. La conduttrice Mediaset è finita in una furibonda bufera mediatica a causa delle parole pronunciate durante Forum. La conduttrice, parlando del tema del femminicidio, ha adombrato il dubbio che, in qualche caso, la donna-vittima possa avere anche alcune responsabilità. Una tesi che ha fatto letteralmente esplodere i social. La prima ‘vip’ a replicare duramente alla Palombelli è stata Selvaggia Lucarelli. Giudizio ancora più duro, però, è arrivato dalla cantante Fiorella Mannoia.

“Qui parliamo della rabbia tra marito e moglie. – queste le frasi ‘incriminate’ della Palombelli – Come sapete negli ultimi giorni ci sono stati sette delitti, sette donne uccise. Presumibilmente da sette uomini. Questo soltanto per dire l’ultima settimana”. E allora – ha proseguito – a volte però è lecito anche domandarsi: questi uomini erano completamente fuori di testa, erano completamente obnubilati”.

“Oppure – ha poi proseguito – c’è stato anche un comportamento esasperante e aggressivo anche dall’altra parte? È una domanda, Dobbiamo farcela per forza, perché dobbiamo in questa sede, e soprattutto in un tribunale, esaminare tutte le ipotesi”. Dubbi della giornalista su una vicenda molto delicata che, inevitabilmente, hanno sollevato un polverone. La giornalista Selvaggia Lucarelli ha deciso di utilizzare l’ironia per stroncare la collega.

Ma, tra le reazioni più veementi, come accennato, c’è da registrare quella di Fiorella Mannoia. “Se ti stuprano forse te la sei cercata. – scrive furibonda su Twitter l’artista romana – Se ti ammazzano forse te la sei cercata. Mi sono rotta le p… di queste frasi. Mi rivolgo agli uomini: ribellatevi a chi vi disegna come dei primati che non riescono a tenere a freno gli intinti. fatelo voi perché noi siamo stanche. Basta!”. Uno sfogo in difesa delle donne, vittime della violenza quotidiana degli uomini. E un appello a questi ultimi a ribellarsi.

Potrebbe interessarti anche: Femminicidi, la Palombelli insiste: “Dobbiamo interrogarci”