People

Frosinone, effetto Salvini: autista picchia immigrato per farlo scendere dal bus. “In galera!”

Il fatto è gravissimo. Ed è il simbolo di quello che sta attraversando l’Italia. Un clima d’odio e di violenza fomentato dal ministro dell’Interno, ossia l’istituzione che, al contrario, dovrebbe garantire sicurezza e tranquillità tra la popolazione. Calci e pugni al volto per farlo scendere dal pullman. È quanto avvenuto dinanzi ai cancelli dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano, in Ciociaria.

Protagonista dell’aggressione un autista Cotral, il quale intorno alle 22 al termine della corsa Ferentino – Stabilimento Fca (presso il cancello 4) ha picchiato un uomo di colore per farlo scendere dal pullman.

Il video finito in rete, in poco tempo, è divenuto virale. Tant’è che, anche Cotral, è intervenuta, condannando il gesto dell’autista. “Il comportamento dell’autista – ha fatto sapere Cotral – che ha malmenato un passeggero nel tentativo di farlo scendere dal bus è inaccettabile e l’azienda ha già attivato l’iter disciplinare previsto in queste circostanze”.

“Cotral respinge con forza ogni forma di violenza, anche perché da una prima ricostruzione dei fatti e dalle immagini del video apparso in rete si evince chiaramente che l’autista non si trovasse in alcuna situazione di pericolo”.

Prima una scarica di pugni, poi il calcio allo sterno. “Devi calà (devi scendere, ndr), hai capito? Vai via!”. Così l’autista del Cotral, la società dei trasporti su gomma della Regione Lazio, ha cacciato in malo modo un uomo presumibilmente di origini africane. L’episodio è accaduto nella serata di lunedì, intorno alle 22. Secondo quanto raccontato da alcuni autisti in una chat riservata – in cui il video della rissa ha iniziato a girare – il passeggero avrebbe cercato di salire ripetutamente a bordo del mezzo Cotral nonostante questo fosse fuori servizio.

Una versione di parte, per il momento. In realtà, a quanto comunica la società regionale, il bus in quel momento fuori servizio si apprestava ad andare al cancello 1 per riprendere la corsa. Sempre a quanto si apprende, subito dopo l’episodio è stata chiamata un’ambulanza che ha medicato le (lievi) ferite riportare dal ragazzo.Dell’episodio, però, si parlerà a lungo. E a ragione.

 

Ti potrebbe interessare anche: La mossa di Salvini: 1 milione di euro di multa per chi fa sbarcare i migranti