Furti d’auto: quali sono i modelli più a rischio?

In Italia , tra il 2013 e il 2014, c’è stato un incremento di circa 8 mila automobili. Ma, ahimè, non stiamo parlando delle autovetture vendute, ma di quelle rubate. In solo un anno, infatti, si è passati da poco di 112 mila furti d’auto a oltre 120 mila, di cui quasi la metà (il 41%) sono state ritrovate dalla Polizia.

Sul quotidiano online La Repubblica sono usciti i seguenti dati: ” Ogni ora […] vengono rubati 13,7 veicoli che corrispondono a 330 unità al giorno e 120.495 nell’intero anno. Di questo immenso parco auto […] soltanto 54.350 sono quelle recuperate dalle forze dell’ordine, oltre la metà delle auto (66.145) svanisce nel nulla (in 15 anni sono stati 1.177.094 i veicoli spariti).”

Le regioni e le città a rischio

Ma quali sono le regioni maggiormente a rischio? Sul podio finiscono Campania (22.681 furti), Lazio e Puglia. A seguire Lombardia e Sicilia. Tra le regioni più tranquille troviamo il Trentino Alto Adige, l’Umbria, il Friuli Venezia Giulia.

Con 18.000 è la Città Eterna ad aggiudicarsi il triste primato,  seguita da Napoli (16.710) Milano, Catania, Bari, Palermo. Con 27 furti d’auto registrati nel 2014, invece, è Sondrio a essere incoronata regina della sicurezza.

Quali sono le auto più rubate?

Tra le tre auto più rubate troviamo tre modelli appartenenti alla stessa casa produttrice. Attenzione però: non vuol dire che non siano auto sicure, ma semplicemente che in Italia sono praticamente ovunque e, dunque, è statisticamente più probabile che vengano rubate.

1.Fiat Panda 

fiat_panda3_ant.png

Nel 2014 la Fiat Panda è stata la preferita dai ladri. Da sola rappresenta l’11,00% sul totale delle auto vendute e quindi ha maggiori la probabilità di entrare nel mirino di malviventi.

2. Fiat Puntofiat_punto2012_ant.png

Al secondo posto la Fiat Punto, che si ferma poco sotto i 10.000 modelli rubati (9.855 per la precisione). Facile da inserire nel circuito dei pezzi di ricambio e facile da scassinare, la Punto è uno degli obiettivi preferiti dai ladri.

3. Fiat 500
fiat_500_ant_0.png

Con 6.805 auto rubate, troviamo un’altra Fiat: la Cinquecento. La medaglia di bronzo per un modello che,però, conta con molte vetture ritrovate dalle forze dell’ordine. Solitamente i ladri la utilizzano per le loro scorribande criminali per poi abbandonarla.

4. Lancia Ypsilon

lancia

Con oltre 2.000 modelli di differenza rispetto alla Fiat 500, la Lancia Ypsilon, con ben 4.439 furti,  si ferma al quarto posto. Possiamo considerare intatto il primato della FCA in questa triste classifica: anche la Lancia, infatti, è un gruppo controllato dalla società di Marcchionne.

5. Fiat Uno

fiat-uno-9

Ma ecco ritornare con prepotenza la Fiat con un altro modello: la mitica e sempre verde Fiat Uno. Sono pochissimi i modelli che la separano dalla Lacia Ypsilon. Si parla infatti di 4.267 auto rubate, solo 172 in meno rispetto dalla quarta posizione.

6. Ford Fiesta

ford-fiesta-2011

Si ferma al sesto posto la Ford Fiesta, un auto di piccole dimensioni molto venduta a livello europeo. In Italia è  presente nei verbali dei carabinieri con 3.481 denunce .

7. Volkswagen Golf

6946880Blue-Volkswagen-Golf

Finalmente una tedesca. La Golf nel 2014 abbatte il suo numero di furti, passando da 3.295 a 2.874, un numero comunque indicativo di un settore malavitoso che cerca auto con determinate caratteristiche.

8. Smart fortwo

smart-fortwo

 

La Smart Fortwo è auto pratica e indicata per la vita metropolitana. A saperlo, però, sono anche i ladri che le fanno raggiungere l’ottava posizione con 2.442 furti nel 2014.

9. Fiat Grande Punto

Fiat Grande Punto

 

La Fiat Grande Punto è il primo modello a trovarsi sotto le 2000 unità, con 1.590 furti. Ritorna in classifica un’auto italiana, un modello comodo per la vita in città, facile da rivendere dopo essere stata smontata.

10. Opel Corsa

opel_corsa_ant_0.png

Ad entrare in questa particolare classifica è anche la Opel Corsa con 1.515 unità rubate nell’ultimo anno. In definitiva la classifica si chiude con sei automobili italiane, tre tedesche e un modello statunitense.

Brunello Colli

CONDIVIDI