Mass Media

Fusaro fa infuriare il conduttore di Zona Bianca: “Olocausto? Vergogna”

Diego Fusaro è tra gli ospiti della puntata di Zona Bianca di mercoledì 29 settembre. Ospiti del talk show di Rete 4 condotto da Giuseppe Brindisi ci sono anche i giornalisti Piero Sansonetti e Klaus Davi. Oltre al parlamentare del Pd Emanuele Fiano. L’argomento principale della discussione è il green pass. Il filosofo ribadisce la sua contrarietà a quella che definisce “infame tessera verde” e cita come paragone le leggi che prevedevano la deportazione durante il nazismo. La reazione del conduttore è incontenibile.

Diego Fusaro ospite di Zona Bianca

“La chiamo infame tessera verde perché reintroduce forme di discriminazione. – dichiara Diego Fusaro a Zona Bianca – È bene prenderne atto. Non c’entra nulla con i vaccini. Uno può essere a favore dei vaccini e contro l’infame tessera verde. Questo è il punto. La vicequestore (Nunzia Schilirò ndr) non ha detto nulla contro i vaccini. Ha detto solo che è contro la tessera verde perché discrimina ed è contro quella Costituzione su cui ha giurato fedeltà. La Costituzione non prevede discriminazioni”.

“Però questo lo dice lei”, lo interrompe a quel punto il conduttore riferendosi alle parole pronunciate dalla Schilirò. “E lo dice da funzionario dello Stato e parla di una legge dello Stato. Presentiamo un ricorso alla Corte costituzionale e viene cancellata. Per ora è una legge vigente e in teoria un poliziotto dovrebbe farla rispettare”, puntualizza Brindisi. “Che viola la Costituzione. – obietta però Diego Fusaro. – Le leggi possono essere sbagliate però. Ma quante volte nella storia le leggi erano sbagliate. Le leggi che prevedevano la deportazione erano leggi, ma erano ingiuste”.

Un accostamento che provoca l’immediata e furente reazione del giornalista. “No però, adesso però te lo dico. Adesso Diego te lo dico – sbotta Brindisi – perché l’ho sentito anche nei posti che frequenti. Paragonare questa situazione all’Olocausto è una vergogna. È veramente una vergogna. Dire che in questo momento lo Stato italiano si sta comportando come i nazisti, dovresti vergognarti”, conclude con un tono di voce visibilmente alterato.

Potrebbe interessarti anche: Zona Bianca: urla e insulti tra Meluzzi e il conduttore