Social

“Sei un delatore della Germania dell’Est”. Anche Ruggeri si scaglia contro Gassmann

Continua la guerra social ad Alessandro Gassmann per aver denunciato i party a casa dei propri vicini di casa. L’attore dice di aver fatto semplicemente il suo dovere, ma non sono della stessa opinione tanti internauti, tra cui alcuni vip. Enrico Ruggeri, infatti, è stato uno dei primi a puntare il dito contro Alessandro Gassmann per aver postato sul suo profilo Twitter un post in cui raccontava di aver denunciato alle Forze dell’Ordine un suo vicino di casa intento a fare una festa con alcuni amici. Il suo tweet ha immediatamente scatenato i follower, alzando un polverone. Tra i tanti commenti positivi e di incoraggiamente per il giusto gesto, però, è arrivato anche quello feroce del cantante, che non ha apprezzato il gesto del 56enne. “Delatore come nella Germania dell’Est”, attacca senza mezzi termini. (Continua a leggere dopo la foto)

“Sai quelle cose di condominio quando senti in casa del tuo vicino, inequivocabilmente il frastuono di un party con decine di ragazzi?… Hai due possibilità: chiamare la polizia e rovinarti i rapporti con il vicino, ignorare e sopportare, scendere e suonare…”, ha scritto Gassmann. Il suo post ha ricevuto migliaia di commenti di approvazione, ma pure tantissime critiche. Il tema, del resto, è scottante e tocca da molto vicino la sensibilità degli italiani, sempre più insofferenti per le restrizioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Tantissimi i messaggi pro e contro Gassmann, tra questi pure quello di Enrico Ruggeri. “Grande attore e regista…con un po’ di nostalgia per i tempi andati della Germania Est“, scrive il 63enne. Inevitabilmente, deprecabili, sono arrivati per Gassmann anche insulti e minacce. L’attore ha risposto con tono garbato, ma fermo nelle sue convinzioni: “Dire quello che si pensa e chiedere il rispetto delle regole, dopo quasi un anno e mezzo di pandemia, viene da una parte consistente vissuto con reazioni di violenza, insulti e minacce. Grazie a chi, anche se in disaccordo, ha voglia di confrontarsi”. (Continua a leggere dopo la foto)

Il dispiacere però rimane, soprattutto quando si tocca la famiglia. “Mi dispiace per le polemiche, e anche per gli insulti e le minacce che ho ricevuto. Quasi un anno e mezzo di pandemia ha esacerbato gli animi portando ad una rabbia diffusa. Mi dispiace soprattutto per mia moglie, che è spaventata e ringrazio chi invece mi sta mandando bellissimi messaggi”, sottolinea ancora Gassmann. Sabrina Knaflitz, con cui è sposato dal 1998, ha ricevuto messaggi che l’hanno fatta tremare.

Ti potrebbe interessare anche: Draghi non è più Supermario: fiducia in netto calo. Anche Salvini sprofonda: i sondaggi