Social

Gassmann torna all’attacco contro Salvini sui social: “Lui e Bolsonaro due cogl***i”

Alessandro Gassmann torna con uno dei suoi tweet al vetriolo e va a colpire il Presidente del Brasile Jair Bolsonaro, risultato positivo al coronavirus, e – per non perdere l’abitudine – il leader della Lega Matteo Salvini. I due sono stati spesso accostati sia per le dichiarazioni rilasciate sia per il populismo estremiste che esprimono. Gassmann, quindi ci ha tenuto a commentare la notizia della positività di Bolsonaro, e lo ha fatto a modo suo, in modo ironico e in romanesco: “Er coso Brasigliano s’è pijato er covid, sto poraccio… daje a dije metti a maschera, nun fa ’r cojone, dai l’esempio… gnente, ha fatto come voleva e mo so cazzi sua… e meno male che in Italia nun ce stanno cojoni così!!! ah…dimenticavo… scusate, ho detto na stronzata”. E sotto mette la foto di Salvini.

Gassmann, quindi, ha dato direttamente dei “coglioni” a Salvini e Bolsonaro. Non è la prima volta che l’attore passa all’attacco contro il leader della Lega, portando così avanti uno scontro social che va avanti da diverso tempo. “Non ho votato Salvini, non condivido in nessun modo le sue idee”, ha più volte detto Gassmann. In passato, tramite Twitter, l’attore aveva già attaccato Salvini. Era il 2016, e Gassmann aveva commentato la vittoria della Brexit con una foto del leader del Carroccio, immortalato durante una smorfia.

Sotto scriveva: “Anche noi, come gli inglesi, abbiamo una via chiara e sicura per uscire dall’Ue”. Poi l’hashtag velenoso: #mancolicani”. In quel caso la risposta del ministro arrivò sempre a mezzo social: “Leggo che Alessandro Gassmann, dopo la Vittoria della Brexit, ha twittato una mia foto insultandomi con la scritta #mancolicani. Dovrei prendermela? no, ci rido sopra pensando al grande vittorio, lui sì un grande attore. Non sempre i figli sono all’altezza dei padri. #Rosicone”.

Di nuovo, dunque, Gassmann torna ad accostare Salvini agli altri leader populisti come Trump, Johnson, Orban e ora Bolsonaro. La risposta di Salvini, ne siamo certi, anche stavolta non tarderà ad arrivare. Il post di Gassmann, comunque, ha già raccolto – come sempre – migliaia di like, commenti e condivisioni.

 

Ti potrebbe interessare anche: Sondaggi, debutta Italexit di Paragone ed è sorpresa: a quanto è dato il nuovo partito