Mass Media

Gerry Scotti infuriato con Mediaset: “Potevano farlo anche quest’anno”

Gerry Scotti infuriato con Mediaset. Lo storico conduttore della tv del Biscione non ha preso affatto con sportività, è proprio il caso di dirlo, la decisione di sospendere il suo quiz-show Caduta Libera durante lo svolgimento dei Campionati Mondiali di calcio, in programma dal 20 novembre in Qatar. Partite del Mondiale che verranno trasmesse in esclusiva dalla Rai. Secondo quanto si apprende, Scotti si sarebbe lasciato andare ad un durissimo sfogo.

Gerry Scotti

Da quanto emerge da alcune indiscrezioni, Caduta Libera verrà ancora trasmesso nel preserale di Canale 5. Ma ad andare in onda saranno le repliche già iniziate peraltro nel fine settimana del 15 ottobre. Secondo il sito DavideMaggio.it, inoltre, sembra che Gerry Scotti sia “piuttosto avvelenato per la decisione arrivata dai vertici Mediaset”.

Veleno che Gerry Scotti non sarebbe riuscito a tenere nascosto, trovando invece l’occasione per protestare contro Mediaset durante il quiz La Ruota Mundial, Si tratta di uno spin-off del gioco La Ruota della Fortuna, condotto dal compianto Mike Bongiorno su Canale 5 nell’estate del 1994 in concomitanza con i Mondiali disputati negli Usa.

Approfittando di una risposta corretta data da un concorrente, Gerry Scotti dichiara senza peli sulla lingua che “c’era la buona abitudine di celebrare i grandi eventi internazionali declinando i nostri giochi e i nostri quiz in quel modo. Ad esempio potevano farlo anche quest’anno: Caduta Libera Mundial. E infatti manderanno Una Casa nella Prateria”. Una critica neanche troppo velata ai vertici di Mediaset che però, molto probabilmente, perdoneranno una delle loro punte di diamante. Caduta Libera, infatti, da quando era tornata in onda a fine agosto, era riuscita a raggiungere nello share e poi a tenere testa alle trasmissioni rivali di Rai 1, prima Reazione a Catena e poi L’Eredità.

Potrebbe interessarti anche: Ambra Lombardo, lutto per il volto Mediaset

Torna su