People

“La Lega resta al governo”. Giorgetti sconfessa ancora Salvini: e c’è il faccia a faccia

“Draghi premier o presidente della Repubblica? Politicamente è un problema serio. Questa è una maggioranza chiaramente anomala, non è un’unità nazionale ma è su Draghi, una persona fisica. Ci saranno le Amministrative e discrete crepe intorno al governo. Poi, arriverà l’elezione del capo dello Stato. Ma se Draghi dovesse decidere per la presidenza della Repubblica, non vedo come il governo potrebbe andare avanti”. A parlare è il ministro dello Sviluppo economico, nonché vicesegretario leghista, Giancarlo Giorgetti, che risponde alle domande di Bianca Berlinguer. “Se togli il presidente ci vuole una forte legittimazione popolare”. Insomma: elezioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Poi sul green pass Giorgetti spazza via ogni polemica e afferma quella che deve essere la linea leghista, sconfessando ancora una volta Salvini: “Mi sembra una cosa talmente normale… Se vuoi, puoi anche non vaccinarti. Ma se vuoi andare in un luogo pubblico, mi dispiace ma il pass lo devi avere”. Salvini e Giorgetti nel pomeriggio si incontrano per 40 minuti nell’hotel Miami dell’europarlamentare Massimo Casanova. Sono stati giorni di grandi tensioni tra i due, il leader cerca la tregua interna, Giorgetti gli dice che la Lega deve restare al governo, e quell’atteggiamento di picchiare continuamente sull’esecutivo non va bene. (Continua a leggere dopo la foto)

Giorgetti marca un’altra distanza: “Non mi sembrano paragonabili le leggi razziali con l’obbligo vaccinale, non vedo il paragone e mi sembra scandaloso”. Poi interviene anche sulla federazione (o, in prospettiva, partito unico) del centrodestra di cui Berlusconi ha parlato anche ieri al telefono con Salvini: “L’idea ha senso, e mi pare positivo che si cominci a parlarne in anticipo. Al governo non si deve arrivare in modo improvvisato né nei programmi né nelle persone. Se ne parliamo in anticipo, quando sarà ora dovremo solo decidere e non discuterne”. (Continua a leggere dopo la foto)

Come ricorda il Corriere, giusto oggi, Giorgia Meloni sarà ospite di Berlusconi a Villa Certosa, in Sardegna. Il fondatore di FI l’altra sera aveva detto che il centrodestra aveva fatto uno sgarbo nei confronti della leader di FdI, parlando di «compensazioni» per l’esclusione dalla presidenza della Vigilanza Rai. In FdI si spiega che in ogni caso al centro del colloquio ci saranno le prospettive future del centrodestra e se l’esperienza di un governo con la sinistra sia «ripetibile».

Ti potrebbe interessare anche: Si immagini ora di essere nella cabina per eleggere il nuovo sindaco di Milano. Lei chi voterebbe tra….