Interni

Giovanni Allevi, morta la sorella Maria Stella: ipotesi suicidio

Non c’è pace per Giovanni Allevi. Soltanto pochi giorni fa il compositore ha annunciato di essere stato colpito da una grave malattia: un mieloma. Allevi ha poi condiviso diversi momenti della sua degenza in ospedale, provando ad infondere ottimismo non solo a se stesso, ma anche nei cuori dei suoi tanti ammiratori. Ora però arriva per lui un’altra tegola: la notizia della morte della sorella Maria Stella. La donna secondo le prime ricostruzioni si sarebbe tolta la vita nella sua abitazione.

Giovanni Allevi

Maria Stella Allevi è dunque deceduta. La sorella di Giovanni aveva 57 anni e di lei non si conoscono molti particolari privati, se non che nella vita faceva l’insegnante, oltre che la pianista. Secondo i primi riscontri effettuati dagli inquirenti, la donna si sarebbe tolta la vita nella sua casa di Ascoli Piceno. Anche se non si conosce ancora con quali modalità. A dare l’allarme per primo sarebbe stato un familiare.

Solo pochi giorni fa, il fratello Giovanni Allevi aveva annunciato sui social la sua malattia. “Non ci girerò intorno. – ha scritto – Ho scoperto di avere una neoplasia dal suono dolce: mieloma, ma non per questo meno insidiosa. La mia angoscia più grande è il pensiero di recare un dolore ai miei familiari e a tutte le persone che mi seguono con affetto. Ho sempre combattuto i miei draghi interiori in concerto insieme a voi, grazie alla Musica. Questa volta perdonatemi, dovrò farlo lontano dal palco”.


“Il primo giorno di ricovero ho iniziato a scrivere un brano per Violoncello e Orchestra, ispirato da quella melodia. – ha poi confessato qualche giorno dopo su Instagram – Mi sono entusiasmato all’idea che la composizione del brano avrebbe accompagnato tutto il tempo della terapia, come fosse un diario di emozioni fatto solo di note, e quando la mia battaglia sarebbe finita, avrei celebrato la vittoria sulla malattia dirigendo “Mieloma” in teatro, con un grande solista al Violoncello. Nonostante il dolore, non ho mai amato così tanto la vita come in questo momento!”.

Potrebbe interessarti anche: Musica tra le corsie dei reparti di Covid-19: un progetto realizzato nella speranza di alleviare la sofferenza dei pazienti

Articoli correlati

Torna su