Interni

Fini, gli auguri di Storace scatenano i social: “Magari tornasse in campo”

Francesco Storace fa gli auguri a Gianfranco Fini per il suo 70esimo compleanno e fa esplodere i social. Il motivo è presto detto. L’ex ‘colonnello’ di Alleanza nazionale, oggi vicedirettore de Il Tempo, inserisce un inequivocabile “magari tornasse in campo” nel suo post. I commenti suscitati da questo augurio sono comunque divisi a metà tra chi ritiene Fini un grande statista e chi, invece, gli imputa la responsabilità della fine della vecchia destra italiana.

Fini e Storace

“Magari tornasse in campo. Auguri di buon compleanno Gianfranco”. Così Storace decide di fare gli auguri per i suoi 70 anni al suo ex segretario Fini, postando una vecchia foto di loro due insieme. Un augurio che però, come già accennato, scatena le passioni dei frequentatori dei social. “È stato comunque un grande leader. Oggi avrebbe potuto competere per il Colle mannaggia”, aggiunge poi lo stesso Storace nei commenti al post, tanto per scatenare ancora di più la bagarre.

“1995 Svolta di Fiuggi, si abbandona la destra sociale per diventare destra capitalista. 2009 fusione di AN con Forza Italia per diventare PDL, per diventare un partito di centro. Lei è uscito fondando La Destra, e ha ora nostalgia per chi ha smantellato la destra italiana?”, lo attacca infatti qualcuno, seguito da molti altri. “Ma allora sei veramente fuori di testa! – si infuria un altro – Fini è riuscito a bloccare e far fallire il governo Berlusconi che nel 2008 aveva vinto con maggioranza assoluta, non c’è stato giorno che non contrastasse o si opponesse a Berlusconi! Destra di falliti e perdenti!”.

Non mancano comunque innumerevoli attestati di stima nei confronti del delfino di Giorgio Almirante. Reazioni che spingono Storace ad un ulteriore commento: “Non c’è niente da fare, Gianfranco Fini scatena ancora  passioni, odi e amori in un Paese senza politica, inviti a sparire definitivamente e invocazioni a tornare in campo”.

Potrebbe interessarti anche: Forza Nuova, anche Fini dice sì allo scioglimento