Tecnologia

Google investe in Go-jek, l'app del futuro in Indonesia

Google si sposta in Asia e decide di investire in Go-Jek, l’app relativa alla delivery, dove si può spedire e ricevere tutto, dal cibo, alle cose. Inoltre sono importanti Go-Ride e Go-car, servizi di trasporto indonesiano che fanno concorrenza a Uber e Grab. Go -jek si presenta infatti come un nuovissimo e più agguerrito concorrente sul mercato orienatale, mentre quello europeo rimane ancora oscuro il destino di Uber. L’investimento in questione, circa 1,2 miliardi di dollari, al quale Google ha partecipato, insieme a Tencent, jd.com e i fondi Measean-Dianping, facendo sì che la startup indonesiana raggiungesse i 4 miliardi di dollari di valore.

Fortune, la rivista economica del Time, ha inserito Go-jek tra le compagnie in grado di cambiare il mondo.

Come il suo diretto concorrente Grab, anche Go-jek ha promosso un sistema di pagamenti online attivo in Indonesia.

Leggi anche:  Google e Salesforce: la partnership diventa ufficiale 
google-gojek

 

Google aveva già stipulato un accordo nel dicembre 2017 in India, l’investimento è arrivato circa un mese dopo.

Cosa offre l’app di Go-jek? Noleggio di moto e taxi su richiesta, oltre a servizi locali come consegna di generi alimentari e pagamenti mobile. Si tratta della più grande economia che interessa il Sud-Est asiatico, una regione con oltre 600 milioni di consumatori e la fruizione di internet in aumento costante.

“Go-Jek è guidato da un brillante team di gestione indonesiano e vanta una comprovata esperienza nell’uso della tecnologia per rendere la vita più comoda agli indonesiani in tutto il paese. Questo investimento ci consente di collaborare con un grande campione locale nella fiorente startup dell’Indonesia, rafforzando nel contempo il nostro impegno per l’economia indonesiana su Internet”, ha dichiarato Caesar Sengupta, VP del team Next Billion di Google che si occupa dei mercati emergenti.

Go-Jek rimane attivo, per adesso, solo in Indonesia, ma in precedenza è stato pubblicizzato sui piani per espandersi in altri mercati utilizzando il suo servizio di pagamento mobile Go-Pay.

Leggi anche: Google Chrome dice stop alla cosa peggiore di Internet