People

Grillo sempre più lontano dal Movimento, pronto nuovo spettacolo contro i 5 Stelle

Da un po’ di tempo Beppe Grillo non si nasconde più, e ogni occasione è buona per attaccare il Movimento 5 Stelle, la sua creatura. Un po’ come se Geppetto si mettesse a bastonare Pinocchio proprio nel momento in cui diventa bambino tra le sue braccia. Dopo le uscite ironiche contro l’idea di Di Maio del “mandato zero”, e dopo l’attacco, pesantissimo, per il sì alla tav, Grillo decide di tornare a fare il suo lavoro, e sfruttare gli spettacoli comici proprio per sfogare tutta la sua rabbia contro i 5 Stelle.

Se sul Corriere della Sera lo scrive Emanuele Buzzi, uno che evita educatamente di fare domande a Di Maio, questo significa che è vero e non una boutade: Beppe Grillo prepara un nuovo spettacolo in cui sfotterà anche il MoVimento 5 Stelle. Scrive infatti Buzzi che Beppe Grillo si prepara a “una nuova stagione, politica e artistica”.

beppe grillo

E lo fa seguendo un percorso sempre più netto. Sta lavorando, dicono i rumors, a un nuovo spettacolo. E i Cinque Stelle? Un altro passo di lato: da leader a padre nobile, a spettatore attento. Il Movimento e Beppe Grillo hanno imboccato strade parallele. Ormai distanti anche fisicamente: Grillo non ha preso parte nemmeno alla chiusura della campagna elettorale per le Europee e nel suo ultimo blitz a Roma non ha incontrato i big.

Ora per l’anno che verrà il fondatore del Movimento sta pensando a un ulteriore impegno. Grillo, raccontano i ben informati, sta lavorando a un nuovo spettacolo da portare in scena nei prossimi mesi, c’è chi ipotizza anche in autunno. Uno show pungente in cui prenderà di mira tutti. Compresi anche i pentastellati. Un passo che suona quasi come uno strappo, a dieci anni dalla nascita del M5S.

Ora, magari a qualcuno particolarmente malizioso potrebbe venire il dubbio che “la nuova stagione politica e artistica” preveda di mollare i cavalli perdenti (leggasi Luigi Di Maio) a cui Grillo ha tenuto il gioco fino all’altroieri per rifarsi una verginità in vista di nuove vette, politiche o di spettacolo che siano. Ma Buzzi spiega: “I timori vengono fugati dal Movimento. Alcuni Cinque Stelle al momento si limitano a commentare: ‘Beppe ha sempre preso di mira chi governa’”.

E su un ulteriore allontanamento, c’è chi dice: “Ovvio che ci manchi, ma lui ha sempre detto che avrebbe fatto camminare il Movimento sulle sue gambe. Ed è stato di parola”, dicono alcuni pentastellati. Dunque, il padrenobile, in ogni caso va sempre onorato e rispettato. Vediamo che succederà, però, dopo la messa in scena del suo nuovo spettacolo.

 

Ti potrebbe interessare anche: Anche Grillo alza bandiera bianca: la Tav, alla fine, si farà