Europa

Bruxelles, 50mila alla manifestazione No pass: scontri con la polizia

Guerriglia urbana a Bruxelles. La capitale amministrativa dell’Unione europea diventa teatro di scontri, lanci di oggetti, e aggressioni contro le forze dell’ordine e le sedi dell’Ue. Accade tutto domenica 23 gennaio. Secondo fonti ufficiali, sono circa 50mila i partecipanti alla manifestazione organizzata per protestare contro le restrizioni imposte dai governi europei per contrastare la diffusione del virus.

Guerriglia a Bruxelles

Doveva essere una manifestazione pacifica quella convocata a Bruxelles da movimenti anti green pass di tutta Europa. E, in effetti, il comizio vero e proprio si è svolto senza alcun tipo di incidente. Poi, però, qualcosa è andato storto. Migliaia di manifestanti inferociti, molti vestiti di nero e con il volto coperto, si sono scagliati contro gli agenti che presidiavano la città. E contro gli obiettivi istituzionali rappresentati dai palazzi sede dell’Unione europea. Come ad esempio la sede del Servizio di azione esterna dell’Unione europea, guidato dall’Alto rappresentante Josep Borrell.

Le immagini degli incidenti hanno cominciato subito a fare il giro dei social network. A fare impressione è un video che inquadra alcuni poliziotti che, in netta minoranza, sono costretti a rifugiarsi sotto al tunnel della metropolitana, mentre i facinorosi gli gettano addosso qualsiasi cosa: da ringhiere di ferro a cassonetti incendiati. Fortunatamente nessuno si è fatto male seriamente. Ma le conseguenze di questo assalto sarebbero potute essere molto più gravi.

Non mancano però nemmeno i video di denuncia contro la violenza delle forze dell’ordine che, contro alcune persone fermate, sfogano tutta la loro tensione colpendole ripetutamente. Come già accaduto anche a Roma durante la manifestazione del 9 ottobre scorso, anche da Bruxelles arrivano immagini di poliziotti infiltrati tra i manifestanti, anche loro vestiti rigorosamente di nero, che vengono anche attaccati dai loro colleghi che inizialmente non li riconoscono. Insomma, una situazione che per alcune ore è finita fuori controllo.

Potrebbe interessarti anche: Adesso Orban minaccia di uscire dall’Ue. È scontro totale tra l’Ungheria e Bruxelles

Torna su