Interni

I Cinque Stelle perdono pezzi a Bruxelles: 4 europarlamentari lasciano il Movimento

La frangia “ambientalista” dei Cinque Stelle in Europa ha deciso di separare il proprio cammino da quello del resto del Movimento. Quattro europarlamentari, Piernicola Pedicini, Rosa D’Amato, Eleonora Evi e Ignazio Corrao, hanno infatti deciso di proseguire un percorso politico autonomo, separandosi dalla delegazione pentastellata.  I quattro precisano che non verrà meno il loro impegno a favore delle battaglie di cui sono stati portavoce in questi anni, mettendo al primo posto la difesa del pianeta e la tutela della salute dei cittadini.

La decisione, spiegano in una nota, è stata resa necessaria dall’impossibilità di portare avanti con coerenza la difesa di questi temi, all’interno della delegazione del M5S, “il cui operato oggi diverge irrimediabilmente sia dall’impegno preso con gli elettori che dalle aspirazioni originarie del MoVimento. Secondo i quattro, negli ultimi tempi il Movimento cinque stelle sarebbe stato caratterizzato da “un crescendo di tensioni” e da “una gestione sempre più opaca e autoreferenziale”.
Piernicola Pedicini, tra le altre cose, ha fatto riferimento sul suo profilo Facebook a “una nuova notifica di procedura sanzionatoria da parte dei probiviri del M5S. È ormai evidente a tutti che sono una persona scomoda per coloro i quali si sono autoproclamati vertice del Movimento 5 Stelle e verrò sicuramente espulso per il mancato rispetto di qualche passaggio del regolamento o del codice etico”.La notizia ha sorpreso Alessandro Di Battista, che l’ha commentata parlando “errore” per poi ringraziare Ignazio Corrao: “Sei una persona per bene e sei un amico e per me l’amicizia così come la riconoscenza è un grande valore. È stato un onore aver fatto battaglie e migliaia di km insieme a te… Ad ogni modo è la tua vita. In bocca al lupo”.

Le priorità della Meloni: “Come si verifica se un immigrato è omosessuale o no?”