Interni

“I meridionali? Moralmente inferiori”. La giornalista Annalisa Chirico nella bufera

Un durissimo scambio di battute che continua a tenere banco, quello tra Luca Telese e Annalisa Chirico andato in scena nel corso di Non è l’Arena, durante una puntata che ha visto tra i protagonisti anche Vittorio Feltri. La Chirico ha tentato di difendere proprio il direttore di Libero, finito nel mirino per aver pronunciato la frase “i meridionali sono inferiori”. Spiegando: “Credo volesse dire che un popolo economicamente più lento alla lunga rischia di rivelarsi anche moralmente inferiore”. Una frase, quest’ultima, che ha subito generato caos in studio.Telese si è subito indignato, chiedendo spiegazioni alla collega per quanto affermato, mentre il conduttore Massimo Giletti cercava di riportare la calma chiedendo che il dibattito procedesse nel rispetto del popolo meridionale. La Chirico a quel punto ha cercato di chiarire che per “moralmente” intendeva “la laboriosità di un popolo, l’intraprendenza, la voglia di fare”. Una pezza peggiore del buco, visto che le è stato prontamente ricordato quanto i lavoratori del Sud siano famosi per la loro grande disponibilità.La calma non è infatti tornata a regnare in studio, con la Chirico a cercare di spiegare che i problemi del Sud sono legate a carenze infrastrutturali e a una classe politica inadeguata mentre Telese ribatteva: “E allora i meridionali sarebbe moralmente inferiori? Ma che significa? In che senso? Che ti sei bevuta? Ricacciati in bocca quella parola”.Nonostante i successivi tentativi di spiegazione, anche questi non troppi convincenti, della Chirico, la rabbia degli utenti è presto montata in rete. Nel mirino, oltre alla giornalista, anche l’altro ospite della trasmissione Vittorio Feltri, che piuttosto che chiedere scusa ai meridionali per quanto detto, ha rincarato la dose con alcune frecciatine come “Non mi pare che al Sud le persone leggano molto”.

Ritardi, errori, strane coincidenze: la Cina sotto accusa per la pandemia