Lifestyle

I regali di Natale 2017 tra enogastronomia, abbigliamento e cultura

I regali per il Natale 2017

Come di consueto è iniziata la corsa ai regali per il Natale 2017 con una spesa pro-capite, secondo l’indagine di Coldiretti, che sarà pari a quella del 2016 con una leggera flessione dell’1%. Tuttavia la spesa in Italia sarà comunque tra le più alte in Europa, in quanto si pone al terzo posto dopo Danimarca e Spagna.
È questo il quadro presentato in base ai dati raccolti della Deloitte a distanza di circa 3 mesi dal sisma che ha colpito il centro Italia anche nell’economica agricola, tipica di queste zone. Le aree comprese tra Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo hanno una concentrazione di aziende agricole che probabilmente a Natale riceveranno un impulso importante, con l’acquisto dei propri prodotti nei vari mercatini di Natale. Il più atteso sarà quello che si svolge a Roma al Circo Massimo.
Un dato curioso emerso si riferisce a chi si attende un regalo nel prossimo Natale e sembra che siano più gli adulti che i bambini a sperare di rimpiazzare qualcosa a cui hanno dovuto rinunciare durante l’anno. La crisi economica, infatti, fa ancora sentire i suoi effetti sulle spese sia di necessità, come l’abbigliamento, che di svago, come i viaggi. Rispetto al 2016, infatti, le spese per questi ultimi saranno ridotte, complice anche l’allarme terroristico che interessa alcune mete predilette delle vacanze invernali.

regali-di-natale-2017
I regali di Natale 2017 che ci si aspetta di ricevere

Dall’indagine emerge che tra i primi 3 posti dei regali che si scambieranno ci sarà l’abbigliamento nel 37% dei casi, che rappresenta più di 16 milioni di italiani, mentre nel 35% ci si attende un presente che sia relativo alla cultura, come un libro. Nel 32% dei casi ci si aspetta qualcosa che abbia a che fare con i prodotti enograstronomici, come vini e specialità tipiche.
I dati arrivano da Confesercenti ed SWG che hanno indagato nelle abitudini, ma anche nei consumi e nelle preferenze degli italiani per i regali di Natale 2017. Al quarto posto con il 29% delle preferenze ci si attende qualcosa che abbia a che fare con il mondo della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda i giovani. Nell’era della comunicazione e dell’e-commerce sono più che graditi anche i buoni acquisto prepagati, che si trovano al 5° posto nella classifica con il 27%.
Al 6° ci sono invece i prodotti di bellezza, come profumi e cosmetici, che raccolgono il 18% delle preferenze, seguiti con il 13% da elettrodomestici e accessori da utilizzare in casa. I beni di lusso come i gioielli hanno un 8% di preferenze, mentre al 9° posto ci sono i viaggi e i soldi, attesi soprattutto dai giovani, che sperano di spenderli come meglio credono, magari in vista dei festeggiamenti di fine anno.
In coda alla classifica con un 4% si trovano i videogiochi, che negli anni hanno perso terreno. La spesa per i regali, pari a circa 600 euro a persona, sarà effettuata intorno a metà dicembre da ben 3/4 degli italiani. L’importo tuttavia si riferisce alla spesa per l’enogastronomia che occupa il 24% del budget, mentre ben il 38% è destinato proprio ai regali e il 26% ai viaggi. Il resto sarà destinato a divertimento e svago, come concerti, cinema, teatro e discoteca.

Fare regali utili

Sembra questo il motto che domina i regali per il Natale 2017, dove ci sarà un’attenzione particolare alla tradizione enogastronomica locale, ai prodotti a km zero, genuini e che garantiscono alti livelli di qualità. Gli italiani sono dunque orientati a regalare qualcosa di utile alla famiglia e ai singoli componenti, anche preparando personalmente alcune pietanze tipiche del cenone sia di Natale che di Capodanno.
Secondo l’indagine di Coldiretti faranno e riceveranno regali l’80% di loro e solo la metà acquisterà un presente per bambini con meno di 12 anni. Il 28% dei regali sarà destinato a chi ha tra i 12 e i 18 anni.
regali-di-natale-2017-2

Leggi anche: Promozioni di Natale Tim, Vodafone, Wind e Tre ricaricabile