Tecnologia

Il cane-robot diventa postino e recapita pacchi a domicilio: le consegne del futuro sviluppate da Continental

Come ormai sappiamo la prossima frontiera delle consegne a domicilio sarà rappresentata da metodi alternativi da supporto agli attuali corrieri. Società come Amazon stanno già sperimentando da tempo l’opzione di utilizzare i droni per recapitare i pacchetti, ma c’è qualcuno che sta sperimentando metodo alternativo a “quattro zampe”. Dunque in un futuro neanche tanto lontano, il vostro pacco potrebbe essere consegnato a domicilio da un cane (o meglio da un cane-robot), una sorta di postino automatizzato che si metterà a cuccia sui nostri zerbini tirando fuori il pacchetto ordinato. Parliamo del futuro delle consegne a domicilio immaginato da Continental, uno dei più grandi fornitori dell’industria automobilistica. Durante l’ultimo Ces di Las Vegas, l’azienda tedesca ha infatti annunciato di essere al lavoro per studiare un sistema di consegne automatizzato al cento per cento.

Consegne del futuro con il cane-robot
A portare i colli a destinazione saranno veicoli elettrici a guida autonoma ( i Continental Mobility Experience ) capaci di trasportare uno o più cani-robot postini che saranno poi sguinzagliati per coprire gli ultimi metri per ultimare la consegna. Una soluzione che aiuterebbe anche le persone che non sono fisicamente in grado di ritirare il proprio pacco. I macchinari in questione sono progettati da AnyBotics e sono in grado di aprire porte e salire scale. Il cagnolino hitech può anche raggiungere la porta esatta del destinatario della consegna, suonare il campanello e consegnare il pacco, trasportandolo sulla sua schiena.

“Le sfide per un robot postino sono analoghe a quelle da affrontare con i veicoli automatizzati”, afferma in una nota ufficiale Jeremy McClain, Direttore di Systems & Technology, Continental Nord America: “Inoltre, i robot postini richiederanno una tecnologia avanzata e robusta, proprio come quella richiesta dal settore automobilistico. Ci saranno picchi di domanda per i veicoli autonomi durante il giorno e il loro uso al di fuori delle ore di punta permetterà ai robot postini di entrare in azione”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Amazon: drone per le consegne in arrivo