Interni

Pd Emiliano attacca la Meloni tra gli applausi di Letta: “Sputeranno sangue”

“Sputeranno sangue”. È questa la frase pronunciata dall’esponente pugliese del Pd Michele Emiliano durante un comizio a Taranto riferendosi a Fratelli d’Italia. Parole alle quali il segretario Dem Enrico Letta, presente all’evento, ha replicato con un applauso scrosciante. Un atteggiamento, quello del Pd, ritenuto minaccioso e violento da tutto il partito di Giorgia Meloni. Lei replica infuriata, mentre qualcuno pensa anche di denunciare Emiliano per “istigazione a delinquere”.

Emiliano del Pd attacca Giorgia Meloni

“La Puglia è per l’Italia in questo momento, lo dico con un po’ di orgoglio, una sorta di Stalingrado d’Italia. – dichiara Emiliano senza peli sulla lingua dal palco di Taranto – Perché da qui non passeranno, qualunque cosa dovesse succedere. Perché noi non abbandoneremo mai il campo, qualunque sarà il risultato. E sputeranno sangue per cambiare quel che noi siamo riusciti a cambiare in questi anni. Sputeranno sangue, comunque vadano queste elezioni. Ma se vanno bene, ovviamente, è molto più facile”, conclude l’ex governatore pugliese.

Da Fratelli d’Italia si alza unanime un coro di sdegno per le parole di Emiliano. E in molti pretendono che il Pd prenda pubblicamente le distanze dalle sue dichiarazioni che secondo qualcuno si avvicinerebbero molto al “reato di istigazione a delinquere”. “La strategia di Letta contro di noi intanto si rivolge contro gli italiani. – replica intanto la Meloni ospite di Zona Bianca – Noi non riusciamo a fare una campagna elettorale normale, con la gente che rischia di non avere luce in casa e loro che parlando di cose surreali. Io non rispondo alle provocazioni, ma vedo una irresponsabilità che considero vergognosa”.

“Sono buona e cara ed ho fatto finta di non vedere le minacce e gli insulti, le lettere con le minacce di morte delle Br. – si sfoga la leader di Fdi – È una campagna che dipinge il mostro e poi c’è il rischio che qualcuno ti creda. Oggi il presidente della Regione Puglia, Emiliano, davanti al segretario del Pd Letta, ha detto parlando di noi ‘sputeranno sangue’. Ora se io avessi mai detto una cosa anche solo lontanamente paragonabile a questa, cosa sarebbe successo? Allora io sono stufa di una nazione dove la sinistra pensa di avere delle libertà che non sono concesse al resto del genere umano, Forse dovrebbero tornare con i piedi per terra e capire che si stanno prendendo una responsabilità molto grave”, conclude infuriata la Meloni.

Potrebbe interessarti anche: Piazzapulita, Letta attacca la Meloni: “Un grande pericolo per l’Italia”

Torna su