People

Il segreto di Sofia Jirau, prima modella con sindrome di Down di Victoria’s Secret

Fin da piccola sognava di diventare una top model internazionale, ma in molti pensavano che non ce l’avrebbe mai fatta a causa della sindrome di Down. E invece Sofia Jirau, 25 anni, portoricana, ha dimostrato a tutti e per prima a se stessa, che niente è impossibile se si lotta per ottenerlo. La giovane infatti è stata scelta come testimonial di Victoria’s Secret nell’ambito di una campagna pubblicitaria, in cui sono coinvolte 18 donne. Ma qual è il segreto del suo agognato successo? “Un tempo l’ho sognato, ci ho lavorato, oggi quel sogno si avvera: sono la prima modella con sindrome di Down a far parte di Victoria’s Secret!”, ha annunciato Sofia sui social. Il post è stato accompagnato da una fotografia in bianco e nero che la ritrae nella campagna pubblicitaria. La giovane ha anche ringraziato chi l’ha supportata promettendo: “Questo è solo l’inizio! Dentro e fuori non ci sono limiti”. Oltre a seguire la sua carriera nel mondo della moda e degli affari, Sofìa Jirau è anche un’attivista, e ha anche lanciato la sua campagna “Sin Límites” proprio per la sensibilizzazione sulla sindrome di Down, per dimostrare che chi ne è affetto può, comunque, raggiugere tutti gli obiettivi che si prefigge e vivere la vita che desidera.

Determinata e ambiziosa, Sofìa Jirau ha convinto la madre a iscriverla, fin da piccola, a una scuola per modelle a San Juan. Ha debuttato nel marzo 2019, nel giorno del suo ventitreesimo compleanno, e a febbraio 2020 ha sfilato per la prima volta alla New York Fashion Week. Ha anche lanciato un negozio online, Alavett, che vende accessori per la casa, articoli di abbigliamento e device. “Quando ero piccola, mi guardavo allo specchio e dicevo: Sarò una modella e una donna d’affari”, aveva raccontato la giovane modella a People. E, su Instagram, postando la foto che la ritrae mentre sfila alla New York Fashion Week, Sofia ha affermato: “Sono nata per questo e voglio mostrare al mondo che possiedo tutto ciò di cui una modella ha bisogno per brillare”.

Sofìa è una delle 18 nuove testimonial della campagna Love Cloud. Si tratta di una nuova linea, nel segno dell’inclusività, lanciata dal brand di lingerie per assicurare il comfort di tutti i giorni, senza però sacrificare la funzionalità né la sensualità. “Un nuovo standard per Victoria’s Secret”, come ha spiegato Raúl Martinez, head creative director. In passato il brand di lingerie è stato molte volte accusato di sessismo, misoginia, di proporre un ideale estetico negativo e non pienamente sano. Quel concetto di estetica però aveva poco a che fare con l’età contemporanea, in cui quasi totalità delle donne non riusciva più a trovare la bellezza solamente dentro una taglia XXS. Ecco quindi che in concomitanza col crollo delle vendite che si è fatta avanti la necessità di un cambio d’immagine. Il marchio ha legato la propria nuova filosofia al concetto di inclusività.

Ti potrebbe interessare anche: Anoressia, la storia di Claudia: “Ogni Natale si trasformava in un incubo”

Torna su