Start Up & Imprese

Investimenti sicuri: meglio prediligere il lungo termine?

Un periodo come quello in atto è una novità per molti analisti del mondo economico. Una pandemia non è di certo una questione con cui ci si scontra spesso nel corso di un’intera vita. Ciò che di certo tutti abbiamo compreso è che ci troviamo in un periodo in cui la crisi economica è dietro l’angolo. Il distanziamento sociale ha già messo sul lastrico numerosi imprenditori e per molti altri il futuro è incerto. In situazioni come queste chi ha del capitale da investire non sa cosa fare: meglio preferire gli investimenti a breve termine o quelli a lungo termine? Forse la scelta da fare oggi riguarda più i rischi che si corrono invece dei guadagni possibili.

Prediligere gli investimenti sicuri
Questa è forse l’unica strategia possibile oggi, quella che può offrire maggiore sicurezza per il futuro: approfittare degli investimenti sicuri con il minimo rischio, anche se non molto remunerativi. Chi in questi giorni ha osservato l’andamento delle borse mondiali ha di certo capito che ci troviamo in un periodo di forte incertezza economica. Quasi tutti gli indici mondiali hanno mostrato cadute rovinose, con anche dei periodi di chiusura per eccesso di ribasso. Alcuni investitori hanno approfittato del momento per acquistare i titoli che mostravano il ribasso maggiore, anche se non sempre questa è una strategia vincente. O meglio, in generale lo è, ma oggi l’incertezza economica non ci consente di avere chiare idee sul futuro del nostro Paese. Ecco perché buona fetta di investitori tende a prediligere gli investimenti con minore rischio.

Il rischio negli investimenti
Investire il proprio denaro offre sempre una era dose di rischio. Oggi purtroppo il rischio esiste anche nel caso in cui il nostro denaro rimanga fermo in banca. Una crisi economica infatti porta spesso ad una diminuzione del potere d’acquisto e, in alcuni casi, anche all’introduzione di nuove tassazioni, che vanno a toccare chi ha ampi capitali fermi. Oggi più che mai è quindi importante cercare di investire il proprio denaro, ma non è facile comprendere in quale ambito. Molti investitori stanno prediligendo i tipi di investimento a basso rischio, come ad esempio i conti deposito o le obbligazioni dello Stato. Stiamo parlando di investimenti che offrono un basso indice di remunerazione, ma che propongono anche un rischio minimo.

Correlazione tra rischio e rendimento
Gli investitori conoscono bene questa correlazione: il rischio e il rendimento di un investimento vanno di pari passo. Quindi se il rischio è basso lo sarà anche il rendimento; se il rischio è elevato lo sarà anche il rendimento. Per chi è alle prime armi in questo settore è importante comprendere che quando il rischio è molto elevato si può anche perdere tutto il capitale investito. Questo è vero soprattutto in periodi di incertezza, visto che l’andamento delle quotazioni di un qualsiasi bene può effettuare delle brusche sterzate, sorprendendo gli investitori e portandoli a perdere buona parte del capitale investito. In questi periodi si tende quindi a prediligere gli investimenti a basso rischio, che portano a un piccolo rendimento, che è però quasi certo.