People

Una chitarra nuova per Joseph, il ragazzo di colore aggredito in strada: “Napoli è amore e solidarietà”

Grazie al gran cuore dei partenopei, Joseph può tornare a suonare con una chitarra nuova di zecca. Sono state tantissime le persone, che nel leggere la sua storia, si erano proposte di comprargli o regalargli una nuova chitarra. Joseph è conosciuto in città per la sua gentilezza oltre che per il suo talento ed è solito rallegrare i passanti con la sua musica. Il ragazzo di colore però qualche giorno fa è stato improvvisamente aggredito in strada a Napoli, mentre suonava la sua chitarra in cambio di pochi spiccioli. Durante l’aggressione un uomo si è scaraventato contro di lui sfasciando completamente lo strumento musicale. Poco dopo l’incidente, mossi a compassione alcuni cittadini hanno lanciato un appello sui social per avviare una raccolta fondi che permettesse all’artista di strada di comprare una chitarra nuova.

E’ partita così una catena di solidarietà partenopee, di quelle che da sempre contraddistingue il popolo napoletano. Molti hanno espresso la volontà di destinare dei soldi al ragazzo, altri si sono offerti di regalargli una chitarra nuova. Qualcuno però ha voluto comprare subito una nuova chitarra a Joseph, consegnandogliela di persona. La foto del ragazzo sorridente che stringe in mano la sua chitarra, in piazza del Gesù, nel cuore di Napoli, ha fatto questa mattina il giro del web, al pari della denuncia della sua aggressione, analogamente condivisa sui social sollevando centinaia di commenti e reazioni indignate.

“Stamattina ho trovato questo ragazzo di cui non conosco il nome, ma conosco la sua gioia, positività ed educazione che lo distinguono… Stava suonando e un uomo l’ha aggredito e gli ha rotto la chitarra che è il suo mezzo di sostegno… In un periodo del genere certo che bisogna essere disumani per aggredire una persona tanto dolce, che nonostante la miseria continua a sorridere”. Questo è uno dei tanti post che sono comparsi sui social per denunciare quanto accaduto, ripreso anche dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. Tantissime, come detto, anche le reazioni dei cittadini, che si sono chiesti il perché di tanta violenza.


Ti potrebbe interessare anche: Incinta dopo la chemio, Sabrina dà alla luce Giuseppe: “Vita è più forte di tutto”