snapchat

La app che spicca il volo: Snapchat si quota e arriva a 500 mila installazioni

La scorsa settimana anche Snapchat, la app di messaggistica istantanea, è approdata alla Borsa di Wall Street con un titolo che ha fatto registrare, oltre a guadagni superiori al previsto, anche una impennata considerevole nel numero di installazioni a livello mondiale, e solo sul Play Store di Android. Nel giro di pochi giorni i download della app hanno già superato i 500 milioni, e sembra tendano ad aumentare molto velocemente.

La compagnia americana Snap Inc, che controlla la popolare applicazione, aveva previsto di generare una valutazione pari a 21 miliardi di dollari, vendendo 3 miliardi di dollari di azioni a circa 15 dollari l’una. Il debutto, invece, è stato decisamente più proficuo: il titolo ha aperto a 24 dollari e ha permesso alla società di raggiungere un valore complessivo al di sopra dei 30 miliardi di dollari, con grande entusiasmo degli investitori. Date queste premesse, le previsioni sembrano favorevoli a un decollo del titolo, tanto da pensare che possa raggiungere un successo pari a quello di Instagram.

Sicuramente, si può dire che il risultato ottenuto ha dato maggior credito alla popolarità che la app sta riscuotendo, principalmente tra i giovanissimi, e le cui funzioni vengono sistematicamente riprese, rivedute e corrette dagli altri grandi social network (si pensi, ad esempio, alla possibilità di creare storie, lanciata da Facebook).

Una app a “tempo determinato”

Il successo di Snapchat è dovuto principalmente alla funzione che permette di condividere foto e brevi video – della durata massima di 10 secondi – che si auto-eliminano una volta visualizzati. È anche possibile scambiare messaggi tramite chat e condividere album pubblici di foto e video, il cui accesso è consentito a tutti i propri contatti, che vengono cancellati dopo 24 ore. Insomma, la temporaneità dei contenuti è la carta vincente su cui gioca la app. Non ultimo, però, anche il fatto che il download sia gratuito sia per Android che per iPhone.

SnapchatL’interfaccia utente è veramente lineare e il funzionamento della app è estremamente intuitivo. I contenuti che è possibile creare, come detto, si suddividono sostanzialmente in due categorie: snap e storie. I primi sono le foto e i video brevi che possono essere condivisi solo con gli amici e che si “autodistruggono” subito dopo essere stati visualizzati; le seconde, invece, possono essere visualizzate da tutti i contatti e sono gli album di foto e video che hanno durata temporanea (24 ore).
Oltre alla semplicità di utilizzo, la possibilità di personalizzazione degli snap o delle storie è un altro punto di forza della app. Le foto e i video, infatti, possono essere arricchiti con effetti di vario genere, molto simili a quelli presenti su Instagram. È possibile applicare filtri, aggiungere didascalie o sticker; oppure disegnare a mano libera aggiungendo particolari o evidenziando parti della foto o del video.

Riuscire a conservare elevati standard di successo, comunque, resta sempre una sfida e Snapchat sembra aver già pensato a tutto per arrivare a mantenere una solida base di utenti e, di pari passo, anche una buona valutazione sui mercati azionari. La diversificazione del prodotto è la soluzione adottata, con il lancio degli occhiali che permettono di condividere in modo rapido foto e video sul social network. Il gadget rappresenta ancora una percentuale poco rilevante del fatturato, ma la  strada è ormai spianata.

CONDIVIDI