Mass Media

Littizzetto, lettera aperta ai No vax: “Evitate di manifestare”

Luciana Littizzetto scrive una lettera aperta ai No vax e la legge in diretta tv durante Che tempo che fa. La spalla comica di Fabio Fazio, ospite fissa del programma domenicale di Rai 3, dimostra di avere il dente avvelenato contro tutte quelle persone che hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid. Secondo la Littizzetto, in pratica, sarebbero tutti degli egoisti.

Luciana Littizzetto

“Ho provato a fare una letterina per i no vax”, si rivolge a Fazio la Littizzetto. “Caro no vax, no green pass, no corona, no virus e per conoscenza al Kennedy meno sveglio della famiglia”, inizia così la sua missiva scatenando le risate e gli applausi del pubblico in studio. “Ormai ho capito che non cambierete idea. Per voi il vaccino è respingente come i Maneskin per Pillon. Se dopo aver visto la gente crepare, i medici e gli infermieri vestiti da apicoltori lasciarci la pelle, le file di camion a Bergamo, gli amici contagiati che ora hanno i polmoni messi male.

Se dopo aver visto chiudere milioni di negozi, serrare i cinema, i teatri, le discoteche, aver visto le persone morire di altre malattie perché gli ospedali erano pieni di urgenze. Se neanche le parole del ministro Speranza, che a vederlo sembra sempre più Dracula, non vi hanno convinto, ne prendiamo atto”, attacca la Littizzetto.

“Però voglio chiedervi una cosa. – prosegue la sua lettera – Veniamoci incontro. Evitate almeno di manifestare. Evitate di assembrarvi. Lasciate libere le piazze, tanto il green pass non lo leveranno. Toglietevelo dalla testa perché è l’unico modo che abbiamo per consentire alla nostra economia di non andare gambe all’aria. Anzi, voi potete manifestare proprio perché la maggioranza di noi ha il green pass. Altrimenti sareste tutti chiusi in casa. Cosa vi aspettate? Che una mattina Draghi si svegli e vi dica ‘basta, la pandemia è finita”. Questa la posizione della Littizzetto.

“Lo so che in fondo siamo uguali, per questo cerco di comprendere il vostro punto di vista e le vostre paure. Quello che vi chiedo è di comprendere anche le nostre. – si rivolge ancora ai No vax Luciana Littizzetto – Provate a capire quanto ci possono girare i co… a noi nel sentire di nuove chiusure. Provate a capire quanto ci rode dover fare la terza dose e poi magari pure la quarta, la quinta, la sesta, fino alla settima come le taglie dei reggiseni.

Noi vaccinati siamo 47 milioni. Se scendiamo in piazza noi la Lamorgese sclera come Sgarbi. Ve lo dico come se fosse un telegramma. Aiutiamoci. Stop. Facciamoci il più bel regalo di Natale, stop. Cerchiamo di avere cura di noi, dei nostri cari, e delle persone più fragili. Stop. Vacciniamoci, stop. Vogliamo tutti che finisca. Stop”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Gismondo denuncia: “Fanatismo dei vaccini, No vax non sono unico problema”