Interni

La Meloni fa il malocchio al governo: “In autunno andranno sotto al Senato”

Giorgia Meloni veste i panni dell’oracolo e si lancia in profezie nefaste per il futuro del governo giallorosso. Attraverso le pagine di Repubblica, la leader di Fratelli d’Italia ha infatti anticipato: “Governo senza numeri in autunno? Sì, penso proprio che andranno sotto, al Senato”. Un’ipotesi figlia anche dei recenti sviluppi che hanno visto l’ennesimo senatore, nello specifico la Riccardi, abbandonare le fila del Movimento per abbracciare la Lega di Matteo Salvini. 

Per la Meloni “questo governo deve andare a casa per la sua fragilità politica, prima ancora che numerica”. Il futuro? “C’è solo una strada percorribile. E il presidente della Repubblica lo sa bene. Nessuna maggioranza coi numeri di questo Parlamento è in grado di affrontare con determinazione l’emergenza economica. La cosa più responsabile che si possa fare è indire nuove elezioni. Anche con la legge elettorale attuale”.
“Le mascherine non possono diventare un bavaglio. Saremo responsabili e distanziati, stiano certi. Ma abbiamo assistito a ben altri assembramenti, dal 25 aprile alla piazza in ricordo di George Floyd fino all’inaugurazione del ponte di Genova” ha poi aggiunto la Meloni, ancora critica per le restrizioni imposte dalle autorità in vista della manifestazione a piazza del Popolo a Roma.La leader di Fdi ha poi spiegato che “le critiche vengono mosse, guarda caso, solo quando qualcuno manifesta contro il governo. Non si può usare una pandemia per far tacere chi protesta. Da qui al regime – avverte – il passo rischia di essere breve. Volevano ridurre le presenze a 1800 persone in una piazza da 14.000 mq. Ho alzato la voce e adesso, guardi un po’, la Prefettura ne consente 4.200”.

Caos e divisioni, così la bomba 5S rischia di far saltare il governo