Interni

Green pass addio: ecco quando secondo Bassetti

Matteo Bassetti è raggiante per l’andamento della campagna vaccinale. Ospite di Tiziana Panella a Tagadà il 29 settembre, l’infettivologo dell’Ospedale San Martino di Genova si dice addirittura d’accordo con Matteo Salvini sul tema green pass. Secondo Bassetti, infatti, non è lontano il momento in cui gli italiani diranno addio al lasciapassare verde obbligatorio. Il medico si lancia in una previsione, fornendo anche una data precisa.

Matteo Bassetti parla di green pass

A Tagadà si commenta la notizia della richiesta di Matteo Salvini a Mario Draghi di riaprire quante più attività possibile, visto che tutta Europa sta andando in quella direzione. “Tutta Europa sta vaccinando e riaprendo. L’Italia è uno dei Paesi più vaccinati d’Europa, ma qualcuno si ostina a limitare le riaperture. Se tu chiedi il green pass devi riaprire tutto in piena capienza. Se imponi il vaccino o il green pass il diritto al lavoro lo devi garantire”, dichiara il leader leghista commentando la notizia che il Portogallo da ottobre riaprirà tutte le attività.

“Io dico che ha ragione Salvini. – dichiara allora Bassetti – Però come ho detto tante volte ci vuole coerenza. Perché, se noi riapriremo tutto, lo faremo grazie ai vaccini e grazie al green pass che ha portato tante persone che non erano convinte a vaccinarsi. Quindi io da medico dico che è uno strumento eccezionale di convincimento a vaccinarsi. D’altronde abbiamo preso spunto dai francesi”. L’infettivologo è convinto che, con i vaccini, sia stata data agli italiani una “speranza di sopravvivenza”. E crede che “il regalo più grande che lo Stato italiano ci ha fatto è quello di dare la possibilità a tutti di vaccinarsi”.

Matteo Bassetti continua poi a tessere le lodi dell’Italia per quanto è stato fatto in questi quasi due anni di pandemia. E si dice “orgoglioso” di fare parte di questo sistema. “Quando ti scontri con l’ideologia – aggiunge poi riferito allo zoccolo duro dei no-vax – a quel punto puoi fare tutto quello che vuoi, ma l’ideologia è inconvincibile. Siamo arrivati a un punto (di vaccinati) in cui oltre non si può andare. Quindi – ecco la notizia bomba – ci dobbiamo accontentare. Nel momento in cui avremo il 90% di vaccinati, o di persone immuni, a quel punto bisogna togliere le restrizioni compreso il green pass. Bisognerà avere il coraggio, sarà il primo gennaio, di dire torniamo alla vita di prima”, conclude speranzoso.

Potrebbe interessarti anche: Virologi in tv solo se autorizzati, Bassetti: “Come Mao e Stalin”