Interni

Grillo cambia idea sul green pass e fa esplodere i social

Beppe Grillo lancia la sua proposta sul green pass e fa subito discutere. Il fondatore del Movimento 5 Stelle pubblica un post sul suo blog in cui invita tutti alla “pacificazione” su un tema così divisivo come quello del certificato verde. La proposta che dovrebbe dare una svolta alle politiche del governo è quella di far pagare allo Stato italiano il prezzo dei tamponi a cui i lavoratori non vaccinati dovrebbero sottoporsi fino alla fine di dicembre. Proposta che divide i social.

Beppe Grillo lancia la sua proposta sul green pass

“I lavoratori senza vaccino potrebbero essere 3-3,5 milioni, su 23 milioni di lavoratori, il 13%-15% circa. – scrive Beppe grillo sul suo blog – Se lo Stato decidesse, come auspicabile, di pagare i tamponi per entrare in azienda, per questi lavoratori, servirebbe circa un miliardo di euro fino a dicembre 2021”. Questa la proposta del guru del M5S che, in pratica, rappresenta una svolta nella politica fin qui portata avanti dal Movimento guidato da Giuseppe Conte che, fino ad ora, ha approvato senza riserve i decreti proposti dal governo Draghi sulla materia.

“Ad oggi, sono circa 41 milioni gli italiani con vaccinazione completa. Che corrisponde all’80% della popolazione over 12. Uno dei migliori dati in Europa, che dovrebbe suggerire quindi che il popolo no vax in Italia è molto contenuto”, prosegue poi Grillo nel suo ragionamento. Grillo propone anche uno “scambio di dati tra Sogei, che detiene i dati sui green pass, e Inps che detiene i codici fiscali dei lavoratori e le aziende dove lavorano. L’incrocio tra questi due dataset, con autorizzazione del garante, permetterebbe ad Inps di segnalare nel cassetto aziendale, i lavoratori senza green pass a cui fare il tampone. E si dovrebbe prevedere nel cassetto aziendale un riconoscimento di un bonus sotto forma di sgravio contributivo. In modo che il costo del tampone sia solo anticipato dall’azienda. Ma pagato a conguaglio da Inps”.

Ma la proposta del guru pentastellato spacca i social network. Su Twitter gli internauti sono divisi tra chi appoggia Grillo e chi, invece, respinge al mittente le modifiche al green pass. “È arrivato l’altro genio. – lo attacca ad esempio qualcuno – Dopo Salvini e Meloni, ecco il comico Grillo che chiede la pacificazione su lgreen pass e che i tamponi siano pagati dallo Stato. Follie”. Ma il dibattito è aperto.

Potrebbe interessarti anche: Green pass obbligatorio: ecco quando potrebbe cambiare tutto